Ponza, movida nel mirino: musica ad alto volume in piena notte. Raffica di denunce

Sequestrata la strumentazione di un locale dell'isola. Sanzioni in altri locali per mancanza di autorizzazioni alla somministrazione di bevande

Musica ad altissimo volume in piena notte. Succede a Ponza dove i carabinieri della stazione locale hanno denunciato quattro persone per disturbo della quiete pubblica e commercio su aree pubbliche senza autorizzazione. La denuncia è scattata per due donne di 27 e 33 anni, per un 33enne legate a vario titolo all'attività commerciale dell'isola e per un dj di 46 anni. Il blitz dei militari ha inoltre portato al sequestro di tutta la strumentazione musicale del locale.

I controlli si sono poi estesi in altri locali dell'isola, dove sono state sanzionate quattro persone titolari di altrettanti esercizi commerciali che, secondo le verifiche, avevano esercitato l'attività di somministrazione di bevande senza autorizzazione su una pedana installata sul suolo demaniale. 

Due locali avevano inoltre violato l'ordinanza del Comune diffondendo oltre l'orario consentito musica amplificata all'interno dell'attività. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperlonga, tromba d'aria si abbatte sul litorale: danni agli stabilimenti

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Presi con 22 chili di cocaina nel camion della frutta: "Non sapevamo nulla"

  • Coronavirus, due nuovi casi in provincia: positivi a Latina ed Aprilia

  • Lutto nell'Arma: stroncato da un malore un luogotenente dei carabinieri del Nas di Latina

  • Coronavirus: in provincia nessun nuovo caso, 11 pazienti nel Lazio e un decesso

Torna su
LatinaToday è in caricamento