rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Le indagini dei carabinieri / Ponza

Fiumi di droga da Roma a Ponza: otto misure cautelari. Indagine partita dopo la morte di Gianmarco Pozzi

Scatta l'operazione dei carabinieri della compagnia di Formia, che ha consentito di accertare una rete di spaccio ben strutturata, con fatturati da 150mila euro al mese

Otto ordinanze di custodia cautelari, di cui cinque arresti e tre obblighi di pg, sono state eseguite questa mattina, 25 maggio, dai carabinieri della compagnia di Formia tra le province di Roma, Napoli e Latina. In azione anche gli elicotteri e le unità cinofile dell'Arma. L'ordinanza cautelare emessa dal gip del tribunale di Cassino ha ricostruito l'attività di spaccio gestita da un gruppo criminale che operava sull'isola di Ponza e nella città di Roma, ma anche in altri comuni del territorio pontino e della provincia di Napoli.

L'attività investigativa dei militari del Norm della compagnia di Formia, che fa seguito a un'altra indagine che ha consentito tra ottobre e novembre 2019 di accertare un traffico di stupefacenti da e per l'isola di Ponza, nasce a partire dal mese di agosto 2020, dopo la morte del giovane Gianmarco Pozzi, avvenuta in circostanze ancora da chiarire proprio sull'isola di Ponza. Sul decesso la procura di Cassino indaga per omicidio. 

Spaccio di droga a Ponza: chi sono gli arrestati

Le indagini, sviluppate attraverso attività tecniche e dinamiche e riscontri acquisiti sul campo, ha permesso ora di accertare una fiorente e strutturata attività di spaccio di droga, in particolare cocaina e hashish, concentrata soprattutto nel periodo estivo di massimo afflusso turistico sull'isola di Ponza. Coinvolte nel traffico ci sono persone legate proprio a Gianmarco Pozzi. I canali di approvvigionamento della droga sono stati individuati sia nella Capitale, in particolare da un'importante piazza di spaccio individuata nel quartiere Laurentino 38, sia nell’hinterland del capoluogo campano. Le indagini hanno documentato un importante volume di affari (rivelato dagli stessi indagati nel corso delle intercettazione) di 5mila euro al giorno con un fatturato complessivo di circa 150mila euro al mese.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiumi di droga da Roma a Ponza: otto misure cautelari. Indagine partita dopo la morte di Gianmarco Pozzi

LatinaToday è in caricamento