Domenica, 21 Luglio 2024
Le indagini / Ponza

Ponza, la 16enne bloccata e trascinata in casa prima della violenza

Proseguono le indagini sullo stupro avvenuto sull'isola. La giovane aggredita domenica sera dal 34enne romano arrivato per cercare lavoro

Era arrivato a Ponza per lavorare come cameriere stagionale in uno dei ristoranti dell'isola, ma a quanto pare non aveva superato il periodo di prova ed era ancora in cerca di un'occupazione per l'estate. Ora è indagato per violenza sessuale su una ragazza di 16 anni. Rischia l'arresto, ma l'unica misura emessa a suo carico al momento è quella del foglio di via da Ponza per tre anni, con cui è stato accompagnato all'imbarco e ha fatto ritorno a Roma, dove risiede.

I carabinieri lo hanno rintracciato domenica sera, dopo che la madre della giovane si è rivolta ai carabinieri per denunciare tutto. Poco prima la ragazza l'aveva chiamata disperata dicendo di essere stata aggredita. Secondo la ricostruzione, la ragazza era scesa da casa per gettare la spazzatura quando è stata bloccata dall'uomo, 34enne, trascinata in casa mentre i genitori erano al lavoro e violentata. L'appartamento che i genitori della giovane avevano affittato era proprio vicino a quello in cui si era stabilito il ragazzo, ospite di alcuni amici. Quando i militari della stazione dell'Arma lo hanno trovato era ubriaco e non ha riferito nulla sui fatti che gli vengono contestati.

La ragazza è stata invece prima visitata nel poliambulatorio dell'isola, poi trasferita all'ospedale di Latina in eliambulanza per essere sottoposta ad accertamenti e infine a Roma. Nelle prossime ore dovrà ricostruire quanto accaduto domenica sera sull'isola e sarà ascoltata dai carabinieri che indagano sullo stupro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponza, la 16enne bloccata e trascinata in casa prima della violenza
LatinaToday è in caricamento