Cronaca

Truffa con merce venduta online: chiusa l'indagine. Denuncia e perquisizione per il responsabile

In casa gli investigatori hanno effettivamente trovato e sottoposto a sequestro i beni che erano stati messi in vendita e acquistati da un'ignara vittima

Chiusa l'indagine dei carabinieri su una truffa consumata tra i mesi di agosto e settembre del 2020 mediante la vendita fraudolenta di merce sul web. I carabinieri di Ponza hanno dato esecuzione a un decreto di perquisizione locale e personale emesso dalla Procura della Repubblica di Roma nei confronti di un 26enne di Gaeta. 

La truffa di cui l'uomo è ritenuto responsabile era stata appunto realizzata attraverso l'acquisto di beni ordinati su siti online da parte di un ignaro cittadino residente sull'isola, che aveva pagato con carta di credoto la somma complessiva di 6.500 euro senza mai ricevere la merce.

Nel corso delle operazioni è stata effettivamente rinvenuta la merce che era stata ordinata e che ora è finita sotto sequestro per ulteriori accertamenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa con merce venduta online: chiusa l'indagine. Denuncia e perquisizione per il responsabile

LatinaToday è in caricamento