Cronaca

Precari Asl, il Tar rigetta il ricorso. L'azienda: "Si lavora comunque a una soluzione"

Ricorso infondato secondo i giudici amministrativi quello proposto da circa 140 precari esclusi dalle procedure di stabilizzazione. La direzione: "Niente allarmismi"

Il Tar dà ragione alla Asl di Latina e rigetta il ricorso presentato da 140 precari contro la determina che regolava la procedura di stabilizzazione del personale sanitario escludendo una quota di lavoratori che non avrebbero maturato un periodo minimo di servizio. Per il Tar i ricorrenti, che avevano avuto con la Asl contratti a tempo determinato, avrebbero duvuto partecipare a una procedura di selezione di natura concorsuale. Cosa che in realtà non era avvenuta.

Il ricorso dei precari chiedeva l'annullamento della Dca 403/16, ma i giudici lo hanno rigettato. "La sentenza, pertanto ,-spiega la Asl in una nota ufficiale - ha confermato la correttezza delle procedure avviate e, in alcun modo, pone freno al progressivo processo di stabilizzazione. Molto diversa, infatti, sarebbe stata la situazione nell’ipotesi in cui tale ricorso fosse stato accolto con conseguente blocco di tutte le procedure in essere".

Da parte sua l'Azienda spiega che l'attenzione sul caso resta alta e che una soluzione sarà trovata. "Regione ed Azienda - si legge ancora nella nota - sono in ogni caso impegnate per approfondire le tematiche riguardanti gli effetti della recente sentenza del Tar e per valutare quali ulteriori azioni o provvedimenti risulterà opportuno adottare allo scopo di favorire la positiva prosecuzione delle stabilizzazioni. L’attenzione della Direzione Aziendale sull’argomento resta elevata e, pertanto, si auspica che sul tema non si creino forme di allarmismo o strumentalizzazione che, di certo non favorirebbero il percorso avviato e risultati attesi". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Precari Asl, il Tar rigetta il ricorso. L'azienda: "Si lavora comunque a una soluzione"

LatinaToday è in caricamento