Mercoledì, 17 Luglio 2024
Viabilità

Ponte Sisto a Terracina e via Ninfina a Cisterna: partono progetti e interventi

Le due infrastrutture sono state al centro di una nuova riunione del tavolo sulla viabilità convocato dal prefetto alla presenza dei sindaci dei due comuni e dell'Anas

Una riunione sulla viabilità del ponte Sisto e della Ninfina si è tenuta nei giorni scorsi in prefettura, alla presenza dei sindaci dei comuni di Terracina e Cisterna, del consigliere regionale Angelo Tripodi, del prefetto Maurizio Falco, insieme alla polizia stradale e al responsabile della struttura territoriale del Lazio di Anas.
Al centro del tavolo permanente di monitoraggio e coordinamento, gli interventi di ricostruzione del ponte Sisto e realizzazione della rotatoria sulla strada provinciale Ninfina.

Nel dettaglio, per quanto riguarda li ponte Sisto, nel corso dell'incontro l'ingegner Moladori ha confermato la disponibilità dell'Anas a procedere, con assoluta celerità, già dimostrata con gli interventi sul Ponte Badino, alla realizzazione anche di quest'opera, in piena sintonia con gli enti proprietari della strada. In quest'ottica si terrà l'incontro, il prossimo 20 luglio, presso li Comune di Terracina per la stipula di un protocollo d'Intesa tra Provincia, Comune e Anas per abbattere i tempi della progettazione esecutiva che rappresentano uno scoglio importante per procedere velocemente alla realizzazione pratica dell'infrastruttura. L'intervento consentirà al Comune, non solo di offrire una soluzione definitiva a un nodo strategico di collegamento tra i territori di Terracina e San Felice Circeo, ma anche un risparmio di risorse oggi destinate al noleggio dell'attuale ponte. Il prefetto ha apprezzato il programma di interventi mirati sulle infrastrutture della provincia, nato proprio nell'ambito del tavolo tecnico sulla mobilità. Interventi che hanno come orizzonte l'immediato ripristino di nodi interrotti ovvero la rifunzionalizzazione di punti ad elevato rischio per la sicurezza. Questo in attesa che diventino realtà le opere di più largo respiro, che il territorio pontino si accinge a vedere realizzate nel medio periodo, dopo le ultime decisioni del Governo che riguardano la Pontina e la strada Cisterna-Valmontone.

"Sono estremamente soddisfatto e ringrazio sua eccellenza il prefetto, l'ingegner Moladori e tutti gli intervenuti per la collaborazione e l'impegno. È un grande
risultato che risolve finalmente un problema, che per anni ha creato non pochi disagi a un'importante porzione del nostro territorio" ha dichiarato il sindaco di Terracina Giannetti.

Per quanto riguarda invece la rotatoria sulla via Appia all'incrocio con via Ninfina e via Artemide, il Comune di Cisterna, soggetto finanziatore della progettazione della rotatoria, a seguito di un lavoro di sinergia e collaborazione tra le Istituzioni, ha provveduto ad affidare l'incarico della progettazione di fattibilità tecnica ed economica, definitiva ed esecutiva, assicurando il rispetto del cronoprogramma definito. Questa progettazione è stata redatta secondo le indicazioni e gli standard tecnici richiesti dall'Anas. A settembre il Consiglio comunale sarà chiamato ad approvare il progetto per avviare le necessarie procedure di esproprio dei terreni, con la dichiarazione di pubblica utilità, la variante al Piano Regolatore Generale e la conseguente apposizione del vincolo preordinato all'esproprio..
"Confidiamo che presto potranno partire i lavori per la messa in sicurezza di uno degli incroci a raso più pericolosi del nostro territorio - ha commentato il sinco Mantini - e per questo ringraziamo ancora l'ingegner Moladori e li prefetto Falco, grande regista di questo prossimo risultato per la nostra comunità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte Sisto a Terracina e via Ninfina a Cisterna: partono progetti e interventi
LatinaToday è in caricamento