Sezze, torna il premio Luigi Di Rosa: sesta edizione per la prestigiosa manifestazione

Il concorso di storia contemporanea dedicato al ragazzo ucciso il 28 maggio 1976 dopo il comizio del parlamentare del MSI Sandro Saccucci. Si parte lunedì 9 maggio; la serata finale con la premiazione dei vincitori, sabato 29 maggio

Una veduta di Sezze

Torna anche quest’anno a Sezze il Premio Luigi Di Rosa, il concorso di  storia contemporanea dedicato a Luigi Di Rosa, ragazzo ucciso il 28 maggio 1976 dopo il comizio del parlamentare del MSI Sandro Saccucci. 

La manifestazione, giunta alla sua stessa edizione, è organizzata come sempre dall’associazione culturale no profit “Araba Fenice”. 

“Anche quest’anno l’iniziativa ha riscosso un enorme successo e ottenuto prestigiosi riconoscimenti - spiegano gli organizzatori -: il Senato della Repubblica ha voluto conferire alla manifestazione la sua medaglia celebrativa. Il premio gode del patrocinio del Senato della Repubblica, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Consiglio Regionale del Lazio e del Comune di Sezze. L’Università di Roma “Tor Vergata” e il suo Dipartimento di Scienze Storiche, Filosofico – sociali, dei Beni Culturali e del Territorio, oltre a patrocinare l’iniziativa, sono anche i suoi consulenti scientifici. 

La manifestazione si fregia, inoltre, della collaborazione con il Centro Studi di Storia Contemporanea “Luigi Di Rosa” e con “Misteri d’Italia” (www.misteriditalia.it) e ha la partnership mediatica di Lazio Tv”. 

Gli incontri, che partiranno il prossimo lunedì 9 maggio, si protrarranno fino alla serata finale di sabato 28 maggio. Nell’occasione saranno premiati i vincitori del concorso, il cui scopo è quello di approfondire la ricerca storica nell’arco temporale che va dal 1968 al 1980, con particolare attenzione ai cambiamenti sociali e culturali, ai movimenti politici, ai fenomeni eversivi e terroristici che hanno segnato la storia della Repubblica italiana e quindi ricordare tutte le vittime degli “anni di piombo”. 

Si articola in quattro sezioni: tesi di laurea specialistica o magistrale o vecchio ordinamento; tesi di dottorato di ricerca; libri; audiovisivi, documentari, video, film, short-film. 

Numerose le personalità attese durante tutta la manifestazione: gli scrittori Renzo Paris e Igor Patruno, la figlia dell’Onorevole Aldo Moro, Agnese, i giornalisti Annamaria Valle e Sandro Provvisionato, Adriana Faranda, il giudice Otello Lupacchini. 

“Gli appuntamenti - proseguono gli organizzatori - si terranno tutti presso la sede dell’Araba Fenice, in via Diaz 5 a Sezze (Latina), ad eccezione del 9 maggio. Il 9, infatti, la suddetta associazione è stata invitata a partecipare, presso la Camera dei Deputati, alla Giornata della Memoria dedicata a tutte le vittime del terrorismo, indetta dal Capo dello Stato. Il 26 maggio, invece, si terrà a Sezze un’intera giornata di discussione su ‘Politica, cultura, società e violenza nel triennio della solidarietà nazionale 1976-1979’ tra i maggiori giovani studiosi del periodo che saranno coordinati da importanti storici italiani”. 

Il 28, in occasione del quarantesimo anniversario dalla morte di Luigi Di Rosa, un corteo di autorità commemorerà il giovane setino e deporrà una corona di fiori al monumento a lui dedicato. L’ingresso ad ogni incontro è libero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento