rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Per far rivivere Betlemme: il Presepe nel quartiere San Valentino a Cisterna

Il presepe dei 400 alunni dell’Istituto comprensivo Leone Caetani che hanno ricreato Betlemme al tempo di Gesù per far nascere oggi il Bambino al Centro Polivalente

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Il Presepe prende vita nel cuore del Quartier San Valentino. I 400 alunni dell’Istituto comprensivo Leone Caetani, dai più piccini della scuola d’infanzia ai più grandi della Secondaria di primo grado, insieme al corpo docenti e al Comitato Genitori San Valentino hanno ricreato Betlemme al tempo di Gesù per far nascere oggi il Bambino al Centro Polivalente.

Con costumi tipici dell’epoca, artigiani, tessitori, maniscalchi, fornai e pastori con vere pecore al seguito hanno realizzato il piccolo villaggio che si stava preparando alla venuta del bambino. Attorno alla capanna un asinello vivente e un coro di angioletti della scuola dell’infanzia, al centro della scena un bimbo di un mese in fasce che dormiva sereno. Un’iniziativa che ha coinvolto tutto il Quartiere animandolo grazie all’atmosfera gioiosa.

Erano presenti al tour nel Presepe vivente, assieme al Sindaco Eleonora Della Penna, l’Assessore Teseo Cera e la Dirigente Scolastica Patrizia Pochesci. "Sono stata felice di fare questo viaggio nel tempo fra i sorrisi dei bambini e la vivacità dei genitori e degli insegnanti - commenta il sindaco Della Penna -. Grazie all’impegno e alla loro fantasia ho visto l’anima del mio Quartiere. Mettere in scena un presepe così grande è un’impresa da applaudire e che mi rende fiera dei ragazzi, degli insegnanti e dei genitori. E’ la dimostrazione che Cisterna è piena di iniziativa e voglia di superare le difficoltà di ogni giorno con grande inventiva". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per far rivivere Betlemme: il Presepe nel quartiere San Valentino a Cisterna

LatinaToday è in caricamento