rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

“Prevenzione possibile” a Latina: consulti e screening gratuiti per le donne over 35

L’ambulatorio mobile sarà in via Silvio Pellico l'1 e 2 maggio per informare le donne sull’importanza di modificare alcuni comportamenti non corretti, offrire consulti medici, fare una valutazione preliminare del rischio cardiovascolare

Sarà a Latina una delle due tappe laziali (l’altra è a Viterbo) del tour di “Prevenzione possibile. La Salute al Femminile”, per informare le donne over 35 sull’importanza di modificare alcuni comportamenti non corretti, offrire consulti medici, fare una valutazione preliminare del rischio cardiovascolare e misurare la loro densità ossea.

L’appuntamento è per le due giornate dell’1 e del 2 maggio dalle 9 alle 18, con l’ambulatorio mobile che sarà in via Silvio Pellico, presso l'ingresso del Parco “Falcone e Borsellino”.  La campagna di informazione dedicata alle donne si pone come obiettivo quello di portare alla loro attenzione l’importanza di fare prevenzione attraverso piccoli cambiamenti nella vita di ogni giorno, che possono fare la differenza per la loro salute. In particolare, sull’ambulatorio mobile, i medici di medicina generale della FIMMG valuteranno il rischio cardiovascolare delle donne; verranno effettuati: misurazione del peso, del girovita, della pressione arteriosa, della frequenza cardiaca tramite ECG, del colesterolo, della saturazione di ossigeno, e la misurazione della densità ossea attraverso MOC.

“Le italiane risultano essere particolarmente esposte ad alcune malattie, prime fra tutte quelle cardiovascolari, loro killer #1 più di qualsiasi altra patologia - viene spiegato in una nota di presentazione della campagna -. Nel nostro Paese, infatti, il 48,4% dei decessi femminili è causato da malattie cardiovascolari, principalmente cerebrovascolari e ischemiche del cuore, mentre il 23,8% da tumori e il 27,8% da altre patologie. Le donne laziali, nello specifico, risultano essere colpite dalle malattie del sistema circolatorio in misura superiore rispetto alla media nazionale, con un tasso di mortalità pari a 27 decessi ogni 10.000 abitanti. Sono più sedentarie dei loro corregionali uomini (35,1% vs. 29,5% ) - prosegue la nota -; in generale nel Lazio il 43,9% della popolazione non pratica sport né attività fisica. Il 17,4% delle donne del Lazio soffre di obesità e il 32,6% è in sovrappeso. Consumano alcol in misura minore rispetto alla media nazionale ma il 30,1% di esse fuma, soprattutto nella fascia di età 65-74 anni, con una media di 15,2 sigarette al giorno. Il 33% delle donne laziali soffre di ipertensione ed il 13% è in una condizione di rischio”.

E la prima arma per preservare la salute del cuore è la maggiore conoscenza dei fattori di rischio, alcuni dei quali modificabili, e l’applicazione di poche e semplici regole.

“A differenza degli uomini, le donne sviluppano patologie cardiovascolari con un ritardo di circa 10 anni. Però, laddove si presenta un problema cardiovascolare, la gravità è maggiore - sottolinea il Prof. Stefano Carugo, Responsabile scientifico del progetto Prevenzione Possibile e Direttore di Cardiologia Unità e UCIC, UOC cardiologia dell’Ospedale Santi Paolo e Carlo di Milano - Le azioni di contrasto più efficaci passano anche attraverso la responsabilizzazione di ciascuna donna rispetto alla possibilità di orientare il proprio comportamento verso un’attenzione alla salute in tutto il corso della vita, anche quando sono giovani e si sentono immuni.”

L’iniziativa è realizzata con il patrocinio di SIPREC (Società Italiana per la prevenzione cardiovascolare), FIMMG (Federazione Italiana Medici di Medicina Generale), FEDERFARMA (Federazione nazionale unitaria titolari di farmacia) e Federfarma-Sunifar ed il contributo incondizionato di Mylan.

“Prevenzione Possibile. La salute al femminile”

Il tour, partito da Napoli lo scorso 8 marzo, in occasione della Festa della Donna, proseguirà fino al 26 giugno. Il truck attrezzato stazionerà per due giorni in ciascuna delle 31 città coinvolte: Napoli, Cuneo, Imperia, La Spezia, Trapani, Siracusa, Messina, Reggio Calabria, Crotone, Matera, Lecce, Foggia, Salerno, Caserta, Latina, Viterbo, Spoleto, Grosseto, Livorno, Arezzo, Ancona, Parma, Rovigo, Rimini, Vicenza, Trento, Cremona, Pavia, Como, Asti, Novara. Sull’ambulatorio mobile le donne potranno fruire di un consulto medico gratuito, della durata di circa 20 minuti, durante il quale il medico svolgerà la misurazione di alcuni parametri utili ad effettuare una valutazione preliminare del rischio cardiovascolare o osteoporotico. Misurazione del peso, del girovita, della pressione arteriosa, della frequenza cardiaca tramite ECG, del colesterolo, della saturazione di ossigeno, e la misurazione della densità ossea attraverso MOC.

Tutte le informazioni sull’iniziativa e il calendario delle tappe del tour sono disponibili sul sito www.prevenzionepossibile.it.

prevenzione_possibile_campagna-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Prevenzione possibile” a Latina: consulti e screening gratuiti per le donne over 35

LatinaToday è in caricamento