Priverno: reti idrica e fognaria, il punto sui lavori nell’incontro tra Comune e Acqualatina

Quasi finita l’attivazione del primo tratto di condotta Roccagorga-Priverno, che garantirà una portata di 80 litri al secondo aggiuntivi. Il risanamento delle reti e il recupero delle perdite al centro della strategia operativa del gestore

E’ stato l’occasione per fare il punto sulle opere di ammodernamento e potenziamento delle reti comunali idrica e fognaria l’incontro voluto dal sindaco Anna Maria Bilancia tra il Comune di Priverno, la Segreteria Tecnico Operativa dell’Ato4 e la Direzione Tecnica di Acqualatina

Un focus è stato fatto da subito sulla condotta adduttrice che collega Roccagorga a Priverno. I lavori proseguono e se ne prevede la conclusione per la primavera, quando verrà completato e messo in funzione il primo tratto di condotta, in grado di garantire a Priverno una portata aggiuntiva di circa 80 litri al secondo. “Grazie all’impegno congiunto stiamo per portare a termine un’opera storica per il nostro Comune”. Ha commentato il Sindaco di Priverno, Anna Maria Bilancia. “Lavorare in un clima di sinergia tecnico-istituzionale è fondamentale per la realizzazione di progetti così delicati e impattanti”. 

Su richiesta del Comune, poi, è stato approntato un piano di azione congiunto per intervenire nelle vie storiche del territorio comunale. In concomitanza dei ripristini del manto stradale previsti dall’Ente, infatti, Acqualatina lavorerà per ammodernare le reti dell’intera area impattata, così da limitare i disagi alla viabilità e garantire il termine delle opere nel minor tempo possibile.

“Su Priverno sono previsti oltre 500.000 euro di investimento da dedicare unicamente al recupero delle perdite e all’ammodernamento della rete idrica - ha dichiarato l’ingegner Ennio Cima, direttore Tecnico di Acqualatina - Tali opere sono parte fondante del nostro piano strategico. Da un lato, infatti, la nostra missione è di garantire il servizio anche nelle zone storicamente non servite, dall’altro punto centrale della strategia del gestore è l’efficientamento della distribuzione idrica su tutto il territorio, grazie soprattutto al risanamento delle reti e al recupero delle perdite. Il lavoro sinergico con il Comune, in questo scenario, rappresenta un significativo valore aggiunto, sia per noi che per la collettività”. 

In proposito, Acqualatina ha reso noto che nella nuova programmazione del Piano degli Investimenti, per gli anni 2020-2023, è prevista anche la pianificazione puntale delle opere di realizzazione della rete fognaria nella zona di San Martino, attualmente servita solo in parte. I lavori verranno discussi con il Comune in un incontro ad hoc.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Vaccini agli over 80: avviso ai medici di medicina generale. Si parte il primo febbraio

  • Coronavirus Latina, cresciuti i casi di tipo familiare. Al Goretti situazione di “continuativa emergenza”

  • Coronavirus, Latina e il Lazio in zona arancione: quali i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus Latina: sono 119 i nuovi casi positivi in provincia. Un altro decesso

Torna su
LatinaToday è in caricamento