Cronaca

Fallimenti pilotati e tangenti in Tribunale, prima udienza per la cricca del giudice Lollo

Si è conclusa con un rinvio l'udienza celebrata al tribunale di Perugia per 19 indagati. Fissato un calendario per il mese di luglio

Prima udienza, tre anni dopo gli arresti, per 19 persone accusate di aver fatto parte di un sistema di corruzione all’interno della sezione fallimentare del Tribunale di Latina. Al centro del sistema il giudice Antonio Lollo, che lo scorso febbraio aveva però già patteggiato la pena a 3 anni e 6 mesi . Per tutti gli altri indagati dell’inchiesta il procuratore aggiunto di Perugia Antonella Duchini e il sostituto procuratore Massimo Casucci hanno chiesto il rinvio a giudizio.

L’udienza di questa mattina, celebrata al tribunale di Perugia, competente nei casi in cui è coinvolto un magistrato, ha subito un rinvio. Il giudice per le udienze preliminari Piercarlo Frabotta ha disposto un calendario di udienze nel mese di luglio, fissandole al 6, al 13 e al 20.

L’udienza riguarderà complessivamente 19 indagati. Si tratta di Marco Viola, Massimo Gatto, Vittorio Genco, Andrea Lauri, Fausto Filigenzi, Raffaele Ranucci, Luigi Fioretti, Marco Rini, Vincenzo Manciocchi, la moglie di Lollo Antonia Lusena, la suocera Angela Sciarretta, Davide Ianiri, Gianluca Abbenda, Franco Pellecchia, Alessandra Ianiri, Marco Ciriaci, Luca Granato, Rita Sacchetti, il finanziere Roberto Menduti. Sono tutti, a seconda dei ruoli, a vario titolo accusati di corruzione commessa da pubblico ufficiale, peculato, truffa, falso materiale, falso ideologico, ricettazione, rivelazione di segreti d’ufficio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fallimenti pilotati e tangenti in Tribunale, prima udienza per la cricca del giudice Lollo

LatinaToday è in caricamento