A sostegno dei bambini disagiati, “Pogetto Doposcuola” della Pontireti

Per il quinto anno l’associazione propone la sua opportunità educativa e formativa ai giovani fra i 6 ed i 13 anni che provengono esclusivamente da situazioni di disagio socio-economico

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

L’associazione di volontariato Pontireti onlus comunica alla cittadinanza l’avvio della stagione 2012-2013 del “Progetto Doposquola”, promosso e realizzato in collaborazione con l’Oratorio Don Bosco di Latina.

Per il quinto anno consecutivo si propone come opportunità educativa e formativa rivolta ai giovani con età compresa fra i 6 ed i 13 anni che provengono esclusivamente da situazioni di disagio socio-economico, più esposti al rischio della marginalità e della devianza.

L’attività, svolta a carattere di gratuità, non si limita solo al sostegno scolastico, ma presenta anche momenti ludici e creativi, conviviali e di riflessione, finalizzati allo sviluppo del bagaglio culturale e motivazionale, ma soprattutto alla valorizzazione delle risorse personali latenti, presenti in ogni giovane.

Il sostegno verrà svolto nei giorni di lunedì, mercoledì, venerdì, dalle ore 15.00, alle ore 16.30, presso le sale dell’Oratorio Salesiano Don Bosco, dove ha sede l’associazione Pontireti.

Ogni volontario dovrà partecipare a tre incontri di formazione propedeutici, uno di presentazione dell’associazione e del suo spirito, uno sulle motivazioni e di introduzione alle tecniche di approccio e condotta con l’utente del doposcuola e con gli altri volontari, tenuto dal sottoscritto, uno sul sistema preventivo di Don Bosco, a cura di Don Francesco, responsabile dell’Oratorio Don Bosco.

Lo scorso anno i minori sostenuti sono stati 24, i volontari impiegati circa 30, con un risultato di successo scolastico del 90%.

La soddisfazione principale deriva dal fatto che con il tempo il volontario percepisce l’effetto positivo della sua opera, sia in termini di verifica diretta circa i risultati ottenuti con il minore, sia in termini di ricaduta complessiva nella comunità che ci circonda, come condotta generale degli stessi giovani in relazione all’ambiente.

Non ultimo il fatto che molti dei volontari impiegati sono dei lodevoli giovanissimi che si cimentano con loro coetanei, affiancandoli nello svolgere i compiti, secondo un metodo d’intervento definito “peer education”, efficace metodo di prevenzione del disagio giovanile.

In proposito si invitano tutti i volontari e gli aspiranti tali a partecipare al primo incontro che si terrà mercoledì 12 settembre, alle ore 18,00, presso l’indirizzo citato.

Per svolgere l’attività in questione non è indispensabile essere qualificati o avere precedenti esperienze, tuttavia è richiesta la disponibilità di almeno un turno a settimana, costanza, grandi doti morali, amore verso il mondo dell’infanzia.
Pontireti o.n.l.u.s. è un’associazione laica di volontariato nata nel 2003, senza scopo di lucro, che si occupa della prevenzione e del contrasto del disagio giovanile con origini intrafamiliari.

Attraverso forme di sostegno affettivo ed educativo, i suoi volontari operano direttamente sul minore, sostengono le famiglie affidatarie, realizzano progetti ed eventi educativi, culturali, conviviali, di sensibilizzazione e di formazione in materia di volontariato.

Negli anni l’associazione Pontireti è divenuta punto di riferimento per giovani in difficoltà, ma anche valida meta per coloro che intendono approfondire le loro conoscenze in materia di educazione all’infanzia o nel campo delle comunità.

Durante le attività, ogni volontario sarà affiancato da un tutor anziano. L’associazione, a richiesta dei volontari, provvede al rilascio di attestati per il riconoscimento di crediti formativi.

Torna su
LatinaToday è in caricamento