Cronaca

Si fidanzano sul web poi lui la costringe a prostituirsi, 2 arresti

Vittima dell'uomo residente a Latina e della sua complice pontina una 27enne; le scatta foto osè e poi la ricatta. In manette per induzione e sfruttamento della prostituzione ed estorsione

Una storia d’amore che si trasforma in un incubo per una ragazza di 27 anni. Dopo aver conosciuto su un social network un uomo di 36 anni e iniziata con lui una relazione mai avrebbe pensato che proprio lui sarebbe diventato il suo protettore. A salvarla oggi i carabinieri che hanno spedito in carcere il “fidanzato” e la sua complice. 

Vittima della squallida vicenda una giovane di Roma che qualche mese fa, come spesso accade ai giovani di oggi, aveva fatto la conoscenza tramite internet di un 36enne originario di Isernia ma residente a Latina che di lì a poco è diventato il suo partner. Tutto sembrava procedere nel migliore dei modi ma poco dopo l’uomo ha iniziato a svelare la sua vera natura e per la 27enne l’incubo è cominciato.

Dopo averla fotografata mentre si trovava in atteggiamenti intimi ha iniziato a ricattarla. Se non vuole vedere divulgati quegli scatti la ragazza è costretta a consegnargli 5mila euro; l’alternativa è una sola, la prostituzione. La povera vittima, non disponendo della quantità di denaro che le viene richiesta, si vede costretta a cedere al ricatto.

Ad aiutare l’uomo, nel procacciare i clienti per la giovane romana, nel pubblicare annunci sul web o sui periodici, ma anche nel riscuotere le somme, una donna di 37enne originaria della provincia di Latina.

Esasperata per quanto era costretta a fare e a vivere, la ragazza decide di denunciare tutto ai carabinieri. Seguono giorni di indagini e appostamenti nei pressi dello stabile dove veniva messo in atto l’illevita attività. Tutto questo fino ad oggi, quando i miliari del Nucleo Radiomobile della capitale non hanno fatto irruzione nell’abitazione sorprendendo i due che si spartivano i soldi.

Durante la perquisizione domiciliare sono state ritrovate anche le foto del ricatto, 2 macchine fotografiche, 1 videocamera, agende, 2 pc, telefoni cellulari e i soldi incassati con lo sfruttamento della 27enne. Finiti in manette devono rispondere dei reati di induzione e sfruttamento della prostituzione ed estorsione.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si fidanzano sul web poi lui la costringe a prostituirsi, 2 arresti

LatinaToday è in caricamento