Cronaca

"Strada buia e scuola fatiscente": la protesta del comitato Collina dei Pini

Il caso riguarda il quartiere, dove due aule della scuola dell'infanzia Bellardini sono state interdette per un cedimento del soffitto

Protestano i cittadini del comitato Collina dei Pini di Cisterna dopo la chiusura di due aule della scuola Bellardini del quartiere a causa del cedimento dell'intonaco del soffitto. Ma il problema dei residenti è anche quello dell'illuminazione, come sottolinea il presidente del comitato Alberto Ceri. Così questa mattina è apparso uno striscione: "Strada buia, scuola fatiscente... non manca più niente". 

"Si tratta della nostra ennesima protesta - spiega il presidente del comitato - poiché il nostro quartiere è stato da sempre bistrattato da ogni qualsivoglia amministrazione. Non chiediamo un ufficio postale, neanche un palazzetto dello sport ma semplicemente ciò che ogni cittadino che paga le tasse dovrebbe ricevere: un'illuminazione e una scuola degna di esser chiamata tale. Ad oggi la via principale è completamente buia e la scuola presenta numerosi problemi. Ci siamo attivati negli anni come Comitato al recupero delle struttura, ma il rifacimento dei soffitti non è mai stato preso in considerazione a causa dei costi elevati. Nonostante tutto la qualità della didattica è sempre stata un'eccellenza della nostra città grazie al prezioso lavoro che svolgono le maestre, il personale e le mamme dei ragazzi. Auspichiamo un celere intervento da parte degli uffici e la volontà della prossima amministrazione di intervenire finalmente in modo concreto sul nostro quartiere".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Strada buia e scuola fatiscente": la protesta del comitato Collina dei Pini

LatinaToday è in caricamento