Cronaca

Stop degli autotrasportatori, Cotral: “In pericolo il regolare servizio”

L'allarme della Spa. A causa del blocco dei tir si registrano delle irregolarità nella consegna del carburante che potrebbe avere conseguenze negative sulla garanzia delle corse

Conseguenze a catena per il blocco dei tir che dalla giornata di ieri sono scesi in protesta compromettendo il normale svolgimento della vita in città.

Siamo solo al secondo giorno di presidio e già sono state prosciugate quasi tutte le pompe di benzina costringendo i distributori a chiudere i battenti.

Possibili rischi di ritardi e rallentamenti sono stati annunciati anche da Acqualatina soprattutto in quelle zone che si approvvigionano di acqua potabile tramite autobotti o serbatoi a causa della diffusione del fenomeno dell’arsenico; mentre un vero e proprio allarme è stato lanciato dalla Coldiretti che annuncia una catastrofe per le aziende agricole se la serrata dovesse proseguire.

E disagi si potrebbero registrare anche nel normale svolgimento del servizio di trasporto pubblico. “A seguito delle manifestazioni di protesta degli autotrasportatori in atto sul territorio regionale con numerosi posti di blocco sulle principali vie di comunicazione, si registra una irregolarità nella consegna del carburante per i mezzi Cotral in servizio sull’intero ambito regionale” si legge in una nota della stessa Spa.

Dopo l’allarme che è stato lanciato dalla società agli organi istituzionali preposti in alcuni casi le autocisterne sono arrivate presso i depositi grazie all’intervento delle forze dell’ordine, ma questo non sembra placare lo stato di preoccupazione.

“E’ del tutto evidente che il prorogarsi di tali manifestazioni potrebbe comportare in alcuni casi la soppressione di alcune corse. L’Azienda, comunque, sta operando con ogni modalità per garantire la massima regolarità del servizio” conclude la nota.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop degli autotrasportatori, Cotral: “In pericolo il regolare servizio”

LatinaToday è in caricamento