Regione Lazio, arriva il protocollo per gli accertamenti in caso di omicidio stradale

L'accordo presentato oggi dal presidente Zingaretti. Coinvolte le Procure competenti e gli ospedali. Nella provincia pontina: il Santa Maria Goretti e il Dono Svizzero di Formia

Il Lazio prima Regione d’Italia a dettare regole certe per gli accertamenti sanitari necessari in caso di incidenti stradali causa di omicidi o lesioni gravi.

E’ stato infatti approvato il Protocollo operativo su prelievi ed accertamenti, presentato oggi dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e dal Procuratore generale presso la Corte d’Appello di Roma Giovanni Salvi. Un sistema che inaugura una procedura condivisa tra i vari soggetti delle istituzioni coinvolte.

Due i livelli di accertamenti sanitari previsti, che coinvolgono procure competenti e presidi ospedalieri in cui verranno effettuati test di screening.

Nel caso della provincia pontina, sono interessate la Procura e gli ospedali Santa Maria Goretti e Dono Svizzero di Formia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I presidi sono dotati di un reparto specifico di pronto soccorso-Dea e di locali idonei ad assicurare la presenza di testimoni con l’obiettivo di garantire la trasparenza delle operazioni di prelievo, ma anche di strumentazione e luoghi adatti alla conservazione e alla custodia del campione prelevato sull'individuo.
Nel pronto soccorso, in particolare, l’operatore sanitario, mediante la compilazione di un apposito modello, può richiedere il prelievo biologico necessario e i campioni saranno trasportanti nella rete di secondo livello costituita dal Policlinico Umberto I: UOC Patologia Clinica - Sezione di Farmacotossicologia e dall'Universita' Tor Vergata, Dipartimento di Biomedicina e Prevenzione Sezione di Medicina Legale, Sicurezza Sociale e Tossicologia Forense. I risultati dell'accertamento coattivo, appena disponibili, dopo l'esame in laboratorio, verranno comunicati all'Ufficiale di P.G. che ne ha fatto richiesta o all'Ufficio cui appartiene. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: ancora 230 casi positivi nel Lazio e 22 nuovi contagi in provincia

  • Coronavirus, contagi inarrestabili: altri 181 casi nel Lazio e 23 in provincia di Latina

  • Coronavirus: altri 19 casi in provincia, record a Cisterna. Un paziente morto per covid

  • Coronavirus Latina: casi positivi in due scuole elementari, chiuse quattro classi

  • Coronavirus Latina, la curva dei contagi non si ferma: altri 24 casi in provincia

  • Coronavirus: 10mila tamponi nel Lazio, 219 i nuovi casi. Altri 13 contagi in provincia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento