Cronaca

Qualità della vita, Latina 82esima: ultima per l’ordine pubblico

Perde 3 posizioni rispetto al 2011 e scende ancora in classifica in base all'annuale ricerca de Il Sole 24 Ore sulle 107 province italiane. Male anche il settore "Servizi ambiente e salute"

Latina passa dalla 79esima alla 82esima posizione. È la fotografia scattata sulla provincia pontina dalla 23esima edizione del report sulla Qualità della vita pubblicato da Il sole 24 ore e stilato prendendo in considerazione 107 province italiane.

La ricerca annualmente redatta dal quotidiano sulla vivibilità delle province italiane rappresenta così un’immagine desolante di quella pontina che dallo scorso anno è scesa di ben tre posizioni e in cui ad andare male è soprattutto il settore dell’ordine pubblico.

UNO SGUARDO AL PAESE – In testa come città dove si vive meglio è Bolzano mentre quella che ha più scalato la classifica è Savona che raggiungendo la 24esima posizione sale di ben 31 posti. Fanalino di coda, in ordine, Caltanissetta, Napoli e Taranto con Varese (66esima) che scende addirittura di 32 posizioni.

LA PROVINCIA DI LATINA – Come detto Latina scende di 3 posti; male il settore dell’ordine pubblico e della sicurezza che la piazza addirittura in chiusura di classifica al 107esimo posto. Spiccano truffe e frodi (98esima posizione) ed estorsioni (95esima), ma anche furti di auto (87esima) e in abitazioni (86esima), mentre per gli scippi il territorio pontino si attesta in 74esima posizione.

Soffre anche il settore “Servizi ambiente e salute” in cui Latina si ferma in 100esima posizione con un picco di cause evase su nuove e pendenti che la fa scendere in penultima posizione e dove ad attirare l’attenzione è anche il 97esimo posto nell'”Ecosistema Urbano” di Legambiente.

Va maglio, anche se la realtà non fa certo tirare un sospiro di sollievo, nell’area “Affari e Lavori” dove la provincia pontina sale fino al 75esimo posto (colpisce il 71esimo posto per disoccupazione) e in quella della “Popolazione” dove conquista il 72esimo.

Una brutta posizione, la 78esima, anche per il “Tenore di vita” dove balzano allo sguardo un Pil pro-capite di quasi 20mila euro l’anno, una spesa pro-capite di 932 euro e un risparmio pro-capite di 13mila euro.

Ma il settore che salva la provincia di Latina è quello del “Tempo libero” che la pone al di sopra della meta della classifica (49esimo posto) con una grande vivacità soprattutto del settore librerie (19esimo posto), dei ristoranti e dei bar (20esima); bene anche l’indice di sportività (52esima)

IL RESTO DELLA REGIONE – Dando uno sguardo al resto della Regione, va bene solo la capitale tra le prime 25 province; nella zona bassa della classifica tutte le altre. Roma rosicchiando due posizioni arriva la 21esimo posto; stabili rispetto allo scorso anno Viterbo e Rieti (rispettivamente in 71esimae 75esima posizione); perde due posti invece Frosinone, ultima del Lazio all’86esimo posto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualità della vita, Latina 82esima: ultima per l’ordine pubblico

LatinaToday è in caricamento