Cronaca

Quotidiano la Provincia, avanti con la protesta: società diffida i lavoratori

Dopo la proposta della Effe Cooperativa rifiutata, dai giornalisti e poligrafici da 9 mesi senza stipendio perché considerata "insufficiente", la società li ha diffidato a proseguire la protesta nei locali del giornale

Va avanti, non senza qualche ostacolo da superare, la protesta dei 21, tra giornalisti e poligrafici, lavoratori del quotidiano La Provincia di Latina che dalla serata di giovedì 9 gennaio sono in assemblea permanente presso la sede di Frosinone.

Nella giornata di ieri, infatti, per loro – che sono senza stipendio da maggio – è arrivata una proposta definita “insoddisfacente” da parte della Effe Cooperativa spa: la copertura di circa una mensilità (su nove che ne deve) per chiudere l'accordo in Regione per una cassa integrazione a zero ore senza alcuna concreta garanzia sulle altre spettanze.

“L'offerta è stata rifiutata dall'assemblea in corso, in accordo con i rappresentanti delle organizzazioni sindacali Associazione Stampa Romana e Slc Cgil Latina e Frosinone – spiegano i lavoratori in una nota -. Dura la replica dell'azienda: il presidente della Effe Cooperativa ha diffidato i lavoratori a proseguire la protesta all'interno dei locali del giornale. Protesta che consiste in un'assemblea permanente nella sala riunioni della redazione di piazza Caduti di via Fani, indetta da Stampa Romana e Slc Cgil e per la quale è stata data immediata comunicazione alle Prefetture e alle Questure di Latina e Frosinone”.

Sempre nella giornata di ieri gli stessi lavoratori hanno chiesto un incontro all'imprenditore Arnaldo Zeppieri, in qualità di ex presidente della Effe e di socio di riferimento della testata del Gruppo Zeppieri Costruzioni, per cercare una soluzione a questa assurda e drammatica impasse: 21 famiglie sul lastrico, senza 9 mensilità, in attesa della definizione di un accordo per la cassa integrazione e senza prospettive per il futuro, vista la chiusura della redazione di Latina da parte dell'azienda avvenuta lo scorso 5 gennaio.

I lavoratori in assemblea permanente hanno ricevuto la solidarietà di numerosi cittadini e dei consiglieri regionali Enrico Forte del Pd, Giuseppe Simeone di Forza Italia e Rosa Giancola del gruppo Per il Lazio i quali hanno mostrato un particolare interessamento per il caso "La Provincia", preannunciando interrogazioni e verifiche.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quotidiano la Provincia, avanti con la protesta: società diffida i lavoratori

LatinaToday è in caricamento