Racket dei parcheggiatori abusivi: pestato uno straniero. Arrestati due uomini

In manette due italiani di 45 e 46 anni. I fatti sono avvenuti nella serata di ieri nei pressi del parcheggio incustodito nel parco San Marco. La vittima, un uomo di origini romene, soccorso dalla polizia che lo ha trovato sanguinante a terra

Violento pestaggio nella serata di ieri nei pressi dell’ospedale di Latina; la vittima un uomo di origini romene selvaggiamente picchiato da due uomini italiani subito arrestati dalla polizia.

I fatti sono accaduti intorno alle 18.30 di ieri sera all’interno del parcheggio incustodito nel parco San Marco dove sono giunte due Squadre Volanti in seguito alla segnalazione di una persona riversa a terra aggredita poco prima. Arrivati sul posto gli agenti si sono trovati davanti l’uomo sanguinante, con il volto tumefatto e con difficoltà a camminare, al quale hanno prestato i primi soccorsi in attesa del personale medico del 118giunto poco dopo.

Una prima ricostruzione di quanto accaduto è stata possibile grazie alla testimonianza di un connazionale della vittima che ha riferito ai poliziotti di come entrambi fossero stati minacciati da due uomini che conoscevano e che armati di una bottiglia di birra e di un grosso bastone rivendicavano il diritto ad esercitare l’attività di parcheggiatori (abusivi) all’interno di quel piazzale.

Secondo quanto riferito, il testimone è riuscito a scappare, mentre l’altro straniero era stato raggiunto dagli aggressori e selvaggiamente malmenato.

Grazie alla dettagliata descrizione dei due uomini, gli agenti, al termine di perlustrazioni della zona, li hanno poco dopo rintracciati nell’abitazione, oramai abbandonata, dell’ex custode del mercato rionale di piazzale delle Regioni. I due uomini - F. C. di 46 anni e A. P. di 45 anni, pluripregiudicati, già conosciuti alle forze dell’ordine come parcheggiatori abusivi - vistisi scoperti, hanno opposto una ferma resistenza scagliandosi con violenza contro gli agenti che li hanno comunque bloccati vanificando il loro tentativo di fuga. 

Dopo  le formalità di rito i due sono stati arrestati per tentata estorsione, lesioni personali, resistenza e violenza a pubblico ufficiale e portati come disposto dall’Autorità giudiziaria nel carcere di via Aspromonte. Sono in corso ulteriori approfondimenti investigativi.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento