Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Raduno Bersaglieri, Latina in festa: in massa alla sfilata conclusiva

Tante le persone che ieri si sono riversate per le strade del capoluogo per prendere parte al corto che ha chiuso la tre giorni di manifestazioni. Folla anche al concerto delle Fanfare di sabato

Si è conclusa con la lunga e partecipata sfilata di ieri mattina il 60esimo Raduno Nazionale dei Bersaglieri a Latina.

Nonostante il grandissimo caldo sono state molte le persone che hanno preso parte al corteo che al via da via Isonzo si è snodato lungo le vie del capoluogo fino ad arrivare a piazza del Popolo.

Così come era accaduto anche nella serata di sabato con i concerti delle Fanfare accolti da una calorosa folla di pubblico che ha seguito le esibizioni in piazza del Popolo e, in via del tutto eccezionale data la grande partecipazione, anche in piazza San Marco. Oltre due ore di concerto fino alle note conclusive dell’inno di Mameli quando dopo lo sciogliete le righe i bersagliere si sono mosse tra le vie del centro.

E la sfilata conclusiva delle manifestazioni del 60esimo Raduno dei Bersaglieri, che ancora una volta ha visto Latina partecipare in massa, è stata aperta dal messaggio inviato dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. “Dalla loro costituzione, 176 anni orsono, i fanti piumati hanno scritto pagine gloriose della storia d'Italia. essi rappresentano i valori più nobili della militarità e sono, per i cittadini, simbolo di generosità, coraggio e vitalità”.

“Costantemente impiegati nelle aree di crisi, i reparti dei bersaglieri si sono sempre distinti per valore, abnegazione e giusto approccio alle realtà locali, riscuotendo l'ammirazione dei colleghi dei paesi alleati e la riconoscenza delle popolazioni interessate. Sono certo che il raduno di Latina sarà per l'associazione e il corpo intero l'occasione per rinnovare la memoria delle imprese del passato e per stimolare una riflessione sul futuro della specialità, nel quadro di uno strumento militare sempre più integrato in ambito interforze e multinazionale”.

Ad aprire la sfilata, che ha visto la partecipazione dei 30mila bersaglieri che durante la tre giorni di manifestazioni sono giunti nel capoluogo pontino, invece la governatrice del Lazio Renata Polverini e il sindaco di Latina Giovanni Di Giorgi che hanno corso insieme ai fanti piumati accanto al presidente dell'Associazione nazionale bersaglieri, generale Marcello Cataldi. "Era doveroso essere qui in questa giornata così importante - ha sottolineato la presidente Polverini - Latina ha risposto come era giusto e la Regione Lazio ha sostenuto con convinzione questo evento".

In un'occasione così - ha spiegato - era giusto partecipare anche fisicamente, del resto con i bersaglieri si va sempre di corsa".

Nel corso della manifestazione il capo di Stato maggiore dell'Esercito, generale Claudio Graziano, ha comunicato la notizia che è stata effettuata una donazione di 15mila euro da parte dei soldati della Brigata Bersaglieri Garibaldi in servizio in questo periodo in Afghanistan a favore delle popolazioni colpite dal recente sima nel nord Italia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raduno Bersaglieri, Latina in festa: in massa alla sfilata conclusiva

LatinaToday è in caricamento