Cronaca

Ragazzina scomparsa ritrovata dalla polizia: era in casa di un 29enne

L'operazione condotta dalla Squadra Mobile di Latina. La 14enne era stata per giorni in casa dell'uomo. Ritrovata a Velletri

Una 14enne scomparsa è stata ritrovata dalla Squadra Mobile di Latina dopo un’intensa attività di ricerca. Nei giorni scorsi una donna aveva presentato denuncia di scomparsa della figlia che non aveva fatto ritorno a casa e che era irragiungibile telefonicamente. La madre era poi tornata di nuovo in Questura il 23 gennaio raccontando di aver saputo che la ragazza era stata segregata e costretta a subire abusi sessuali. Non aveva però fornito altre indicazioni per rintracciarla, spiegando però di temere per la sua incolumità perché la ragazza le aveva fatto sapere che era rinchiusa in un’abitazione dove aveva trovato delle armi.

Immediatamente sono scattate le indagini della Squadra Mobile condotte anche attraverso l’ausilio di presidi tecnologici di supporto alla polizia scientifica che hanno permesso di accertare che l’utenza telefonica utilizzata dalla ragazza era localizzata nel centro cittadino di Velletri.

Proprio mentre gli investigatori tentavano di localizzare il telefono della giovane l’apparecchio veniva però  spento, rendendo le ricerche più complicate.

Nella mattinata di ieri, mercoledì 24 gennaio, il telefono della minore è stato nuovamente agganciato dai sistemi di localizzazione ed individuato ancora nel comune di Velletri, luogo in cui personale della Squadra Mobile stava già effettuando una serie di ricognizioni e accertamenti  per individuare l’abitazione dove la ragazza era tenuta prigioniera.

Gli investigatori sono poi riusciti a rintracciare la ragazza, in buone condizioni di salute, all’interno del bar della stazione ferroviaria. Successivamente è stata individuata e sottoposta a perquisizione, l’abitazione dove aveva trascorso gli ultimi giorni dopo la sua scomparsa, all’interno della quale è stata rinvenuta una pistola ad aria compressa, fedele riproduzione della Beretta 92FS, di libera vendita.

Identificato un giovane, di nome Alex, con il quale la ragazza scomparsa aveva trascorso gli ultimi giorni. Le ulteriori verifiche hanno consentito di accertare che l’adolescente si era allontanata volontariamente dalla casa familiare per dissapori con i propri genitori e non aveva subito alcuna costrizione contraria alle proprie volontà. L’adolescente è stata affidata al centro servizio minori del comune di Latina, come disposto dal presidente del Tribunale per i minorenni di Roma mentre il ragazzo, T.A. di anni 29, di Velletri, è stato denunciato a piede libero per il reato di sottrazione consensuale di minorenni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzina scomparsa ritrovata dalla polizia: era in casa di un 29enne

LatinaToday è in caricamento