Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca Sezze

Picchiarono un uomo per rubargli l'auto, condanna pesante per padre e figlio

Alfredo e Romo Cena di Aprilia avevano aggredito un operaio a Sezze e poi erano fuggiti: per il primo 5 anni di carcere, per il secondo 3 anni e quattro mesi

Si è concluso con due condanne il processo a due uomini, padre e figlio, accusati dell'aggressione e della rapina ai danni di un operaio avvenuta il 16 dicembre scorso a Sezze.

Alfredo Cena, 48 anni, e suo figlio Romolo 24enne, di origine rom e residenti ad Aprilia, avevano aggredito un uomo all’interno della sua abitazione nel centro lepino: dopo averlo picchiato e minacciato gli avevano sottrtto la macchina con la quale erano fuggiti. La loro cattura era arrivata poche oer dopo quando i carabinieri, utilizzando anche il satellitare della vettura, li avevano rintracciati  e arrestati nei pressi del campo sportivo di via Callas in località Campodicarne ad Aprilia.

Ieri mattina il processo con rito abbreviato in sede di udienza preliminare davanti al gup Giuseppe Cario così come richiesto dalla difesa, rappresentata dall’avvocato Alessia Vita per poter usufruire dello sconto di un terzo della pena. L’accusa, rappresentata dal pubblico ministero Simona Gentile al termine della requisitoria con la quale ha ricostruito i fatti ha chiesto una condanna a 4 anni e quattro mesi per ciascuno degli imputati, che si trovano entrambi agli arresti domiciliari. A conclusione della camera di consiglio il giudice ha condannato Alfredo Cena ad una pena superiore, 5 anni di carcere, oltre all’interdizione perpetua dai pubblici uffici e a una multa di mille euro. Il figlio Romolo è stato invece condannato a 3 anni e quattro mesi con l’interdizione dai pubblici uffici per una durata di cinque anni e a una multa di 800 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiarono un uomo per rubargli l'auto, condanna pesante per padre e figlio
LatinaToday è in caricamento