Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Rapina alla bisteccheria, giovane croata condannata a tre anni e tre mesi

Il colpo era stato messo a segno a giugno 2017 al Montani Beef sulla Pontina da una coppia di stranieri

Seconda condanna per la rapina compiuta il 13 giugno dello scorso anno alla tavola calda bisteccheria Montani Beef che si trova sulla Pontina all’altezza di Borgo Grappa.

Il colpo era stato messo a segno da due persone, un uomo e una donna, che si erano introdotti nel locale il giorno di chiusura settimanale. Una volta all’interno avevano preso alcuni Gratta e vinci, 200 euro in contanti ed un computer portatile: durante il colpo erano però stati sorpresi dal proprietario del locale,  Alessandro Montani,  che era stato bloccato e allontanato con la violenza. I due erano riusciti a fuggire ma a distanza di qualche giorno erano stati arrestati dai carabinieri.

Mentre l’uomo, Draga Jankovic ha scelto il rito abbreviato ed è stato condannato a quattro anni di carcere, Daniela Jelena Jancovic ha optato per il processo con rito ordinario che si è concluso davanti al Tribunale di Latina. A fronte di una richiesta di condanna del pubblico ministero Marco Giancristofaro a cinque anni di reclusione il collegio presieduto da Gianluca Soana, al termine della camera di consiglio, ha condannato la Jankovic, assistita dall’avvocato Alessia Vita, a tre anni e tre mesi di reclusione riconoscendole le attenuanti generiche.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina alla bisteccheria, giovane croata condannata a tre anni e tre mesi

LatinaToday è in caricamento