Cronaca Villaggio Trieste / Via Ezio

Rapina all'alba al Conad di via Ezio, puntavano alla cassa continua

Due italiani, con un accento napoletano, hanno legato i polsi a tre donne, addette alla sistemazione degli scaffali. Portati via 2mila euro, il fondo cassa contenuto nelle cassette al box all'ingresso

Puntavano alla cassa continua, ma si sono dovuti "accontentare" del fondo cassa resti. Ad entrare in azione questa mattina nel supermercato Conad di via Ezio due uomini incappucciati, armati di pistola.

Erano le cinque quando i banditi sono entrati dall'ingresso principale minacciando tre donne, addette alla sistemazione degli scaffali. Le hanno fatte sedere a terra e le hanno legate ai polsi.

Volevano le chiavi della cassa continua ma le vittime hanno spiegato di esserne sprovviste. A quel punto si sono diretti al box all'ingresso e hanno portato via sette cassette contenenti il fondo cassa, circa 2mila euro. 

Alcuni testimoni li hanno visti fuggire a bordo di un fiorino. Le vittime sono riuscite a liberarsi e a chiamare la polizia. Sul posto gli agenti della volante e i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile: questi ultimi procedono con gli accertamenti. Sarà analizzato il nastro adesivo, alla ricerca di elementi utili. Al vaglio anche i filmati dei sistemi di videosorveglianza. 

I banditi hanno tradito un chiaro accento napoletano. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina all'alba al Conad di via Ezio, puntavano alla cassa continua

LatinaToday è in caricamento