Rapina all’Eurospin di Latina Scalo, due arresti. Presa la “banda dell’ascia”

Il colpo intorno alle 19 nel supermercato di via della Stazione. E' durata poco la fuga dei due malviventi presto bloccati da polizia e carabinieri. Si tratterebbe della banda dell'ascia in azione nei giorni scorsi anche a Latina e Pontinia

Rapina con l'ascia nella serata di oggi all’Europsin di Latina Scalo. Subito fermati i due malviventi da polizia e carabinieri.

Secondo gli investigatori si tratta degli stessi rapinatori che lunedì scorso hanno messo a segno il colpo al Carrefour di viale Petrarca a Latina armati di coltello e di un’ascia. Un colpo con lo stesso modus operandi anche nei giorni scorsi a Pontinia.

La rapina intorno alle 19 con i due banditi in azione nel supermercato di via della Stazione a Latina Scalo.

GLI ARRESTI - A finire in manette Luigi D'Alessio, un giovane di 23 anni di Priverno ma residente a Sonnino e un Pierluigi Cellini, 42enne di Terracina e anche lui residente a Sonnino, entrambi con pregiudizi di polizia. Gli arresti di questa sera sono arrivati a conclusione di un’articolata e prolungata attività investigativa svolta con puntuale sinergia tra i carabinieri dei nuclei investigativi di Latina e Frosinone con le squadre mobili delle Questure delle due province, al fine di contrastare una serie di rapine consumate negli ultimi mesi, sempre con lo stesso analogo modus operandi proprio tra le province di Latina e Frosinone.

In particolare, proprio grazie a servizi di osservazione e pedinamento, i due malviventi sono stati sopresi stasera proprio mentre mettevano a segno la rapina all'Eurospin di Latina scalo. Il più giovane, con il volto parzialmente travisato, è stato bloccato subito dopo essersi fatto consegnare sotto la minaccia di un’ascia da uno dei cassieri l’incasso, circa 900 euro, mentre l'altro era fuori, fermo a bordo di un'auto, una Fiat Punt,o pronto per la fuga, in attesa del complice.

Fermato, il 23enne ha cercato di colpire con l'arma uno degli operanti. Recuperata la refurtiva è stata restituita al direttore del supermercato mentre l’ascia è stata posta sotto sequestro.

"L’operazione portata a termine consentirà agli inquirenti di far ulteriore luce sugli analoghi episodi delittuosi che si sono susseguiti nei giorni precedenti, le cui dinamiche sembrano avere la medesima trama criminale" spiegano dal comando provinciale dei carabinieri di Latina.

Espletate le formalità di rito i due saranno trasferiti presso la casa circondariale di Latina, a disposizione dell'autorità giudiziaria.
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

  • Tamponi in farmacia, dove farli a Latina e provincia. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
LatinaToday è in caricamento