Cronaca

Scoperto a rubare in casa prende a calci e pugni il proprietario, bloccato dai residenti

Arrestato dai carabinieri a Latina un 30enne per rapina in concorso e furto in abitazione. Poco prima aveva rubato in un’altra abitazione con un complice che si è dato alla fuga

Sorpreso a rubare in casa picchia il proprietario per darsi alla fuga ma viene bloccato da alcuni residenti, prima di essere arrestato dai carabinieri. E’ accaduto nella serata di ieri, sabato 8 dicembre, a Latina. A finire in manette un 30enne di origini ucraine, in Italia senza fissa dimora. 

Come ricostruito dai militari dell’Arma intervenuti, l’uomo dopo aver rotto la finestra del bagno di un’abitazione si era introdotto all’interno della casa mettendo a soqquadro le camere da letto e rubando vari capi d’abbigliamento. 

Qualcosa è andato storto nel suo piano ed è stato scoperto dal proprietario di casa arrivato proprio in quell’istante e che il malvivente non ha esitato a colpire con calci e pugni nel tentativo di guadagnarsi la fuga. Le urla del malcapitato, che nella colluttazione ha riportato lesioni giudicate guaribili in 10 giorni, hanno richiamato l’attenzione di alcuni residenti che sono prontamente intervenuti bloccando il ragazzo. 

Le successive indagini condotte dai carabinieri hanno permesso di accertare che poco prima il 30enne, con un complice poi riuscito a darsi alla fuga, aveva messo a segno un altro furto anche all’interno dell’abitazione antistante. La refurtiva, in capi di abbigliamento ed intimi, è stata recuperata dai carabinieri intervenuti. 

Il giovane arrestato in flagranza dei reati di rapina in concorso e furto in abitazione al termine delle formalità di rito è stato portato presso la casa circondariale di via Aspromonte.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperto a rubare in casa prende a calci e pugni il proprietario, bloccato dai residenti

LatinaToday è in caricamento