Cronaca Strada Casilina Sud

Violenta rapina a "La Lanterna", identificato arrestato uno dei ladri

In manette un 31enne già in carcere per il colpo del 20 aprile scorso, finito nel sangue, al distributore di Tor Tre Ponti. Con spranga e coltello avevano messo a segno la rapina nel locale

L’ordinanza di custodia cautelare gli è stata notificata in carcere. Si tratta di un giovane di 31 anni già ristretto presso la casa circondariale di Viterbo perché considerato uno dei responsabili della sanguinosa rapina dello scorso 20 aprile al distributore di benzina Fiamma 2000 a Tor Tre Ponti.

Il provvedimento che gli è stato notificato oggi dalla terza sezione della squadra mobile di Latina per rapina pluriaggravata, porto abusivo d’arma e ricettazione.

L’episodio in questione è la violenta rapina compiuta nella notte tra il 4 e 5 febbraio al ristorante La Lanterna sul lungomare di Latina. Intorno alla mezzanotte, in prossimità dell’orario di chiusura, tre persone con il volto travisato avevano fatto ingresso nel locale armati di spranga, coltello e verosimilmente anche di pistola.

Momenti di paura erano stati vissuti dai presenti, alcuni clienti, il titolare con la sua famiglia e i dipendenti; mentre l’uomo armato con la spranga colpiva alcuni carrelli delle vivande con il chiaro intento di intimorire gli avventori, quello armato di coltello ha afferrato la moglie del proprietario puntandole l’arma alla gola facendosi così consegnare l’incasso della serata, la somma di circa 700 euro, nonché le borse e i portafogli dei presenti. Nel frattempo il terzo malvivente controllava la situazione vicino la porta con la mano in tasca riuscendo nell’intendo di intimorire quanti nel locale, palesando il possesso di una pistola.

Compiuta la razzia, senza colpire nessuno ma arrecando grande spavento, sono poi fuggiti a bordo di una Fiat Uno di colore bianco – poi risultata rubata - ritrovata poco dopo con all’interno anche i capi di abbigliamento usati per il travestimento.

Gli uomini della squadra mobile sono arrivati all’identificazione del 31enne proprio in seguito alla rapina al distributore del 20 aprile scorso; nella circostanza gli uomini della Questura hanno effettuato una serie di controlli incrociati, con l’ausilio della polizia scientifica e di supporti tecnici, che portavano ad acquisire elementi determinanti che hanno permesso al sostituto procuratore Gregorio Capasso, titolare delle indagini, di individuare i gravi indizi di reato a carico del ragazzo, anche per la rapina al ristorante La Lanterna e richiedere ed ottenere dal  Gip Guido Marcelli l’emissione dell’odierna ordinanza di custodia cautelare in carcere. Il 31enne rimane così nel carcere di Viterbo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenta rapina a "La Lanterna", identificato arrestato uno dei ladri

LatinaToday è in caricamento