Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Borgo Sabotino

Rapina violenta, vittima picchiata e incendiata la sua baracca: 3 arresti

Le accuse sono di lesioni personali, rapina e incendio doloso in concorso. Hanno picchiato e derubato un uomo per poi minacciarlo con un coltello. Il rogo per non farlo denunciare

Rapina stile “arancia meccanica” a Latina con tre cittadini di nazionalità romena che hanno prima derubato un loro connazionale per poi picchiarlo e minacciarlo con un coltello. Non contenti il giorno dopo per convincerlo a non denunciare il fatto hanno anche incendiato la baracca in cui viveva.

Questa mattina gli agenti della squadra mobile di Latina hanno fermato come indiziati di delitto i tre malviventi, di 37, 38 e 28 anni, perche ritenuti i responsabili del gravissimo e violento episodio. Per loro le accuse sono di lesioni personali, rapina e incendio doloso in concorso.

I fatti risalgono al 21 settembre scorso quando i tre ubriachi si sono introdotti nella baracca in cui viveva l’uomo a Borgo Sabotino dove non solo l’hanno rapinato, ma anche percosso e minacciato con un coltello. Solo l’intervento di un altro cittadino romeno ha permesso di evitare il peggio e lesioni ancora più gravi per la povera vittima poi ricoverata all’ospedale.

Il giorno successivo, per convincerlo a non denunciare quanto accaduto, i tre banditi hanno incendiato la baracca dimora dell’uomo.

Dopo una serie di indagini, così, gli agenti sono riusciti ad identificarli e a rintracciarli nel capoluogo. Dopo le formalità di rito sono stati ristretti presso la casa circondariale di Latina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina violenta, vittima picchiata e incendiata la sua baracca: 3 arresti

LatinaToday è in caricamento