rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Cronaca

Rapina mentre è ai domiciliari, Matteo Baldascini non risponde al giudice

Il 20enne, nonostante l'obbligo di rimanere a casa, era uscito e aveva portato via portafoglio e telefono cellulare ad un uomo

Ha scelto di avvalersi della facoltà di non rispondere Matteo Baldascini, arrestato venerdì scorso dopo avere compiuto una rapina mentre in realtà doveva essere agli arresti domiciliari. Il 20enne, assistito dall’avvocato Alessia Vita, questa mattina è comparso davanti al giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Latina Giorgia Castriota per rispondere di rapina e evasione dai domiciliari ma è rimasto in silenzio e il magistrato ha convalidato il fermo.

Baldascini era uscito di casa e aveva raggiunto un bar nei pressi del centro commerciale Latina Fiori dove ha sottratto ad un uomo il portafoglio contenente 800 euro in contanti e il telefono cellulare. Poi si era allontanato a piedi ma una Volante, alla quale era stato segnalato l’accaduto, lo aveva atteso davanti alla sua abitazione e lo aveva arrestato mentre rientrava, non senza difficoltà visto che il ragazzo aveva tentato di fuggire. Per ora quindi resta in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina mentre è ai domiciliari, Matteo Baldascini non risponde al giudice

LatinaToday è in caricamento