Cronaca Piazza Aldo Moro / Via Don Carlo Torello

Ruba un telefono e tenta di accoltellare un dipendente del Palabowling, scarcerato

Interrogato questa mattina il tunisino arrestato sabato sera dai carabinieri. Il gip scarcera anche un 40enne arrestato ad Aprilia per aver ripetutamente picchiato la compagna

Due gli interrogatori che si sono svolti questa mattina. Il giudice per le indagini preliminari ha ascoltato il tunisino di 35 anni che sabato sera era stato arrestato dai carabinieri di Latina per una tentata rapina aggravata al Palabowling. Lo straniero aveva preso il telefonino di un dipendente del locale ma era stato scoperto. Bloccato subito dopo dalla vittima, aveva estratto un coltello dalla tasca e aveva provato a colpirla, per fortuna senza riuscirci.

Il 35enne, che vive a Priverno, e che ha diversi precedenti, ha risposto alle domande del giudice, assistito dall’avvocato Alessandro Farau, ammettendo di aver provato a portare via il cellulare ma negando di aver impugnato un coltello a serramanico. Il gip ha convalidato il fermo e lo ha scarcerato disponendo gli obblighi di firma. Il pubblico ministero aveva chiesto la custodia in carcere.

Il gip ha scarcerato anche il 40enne che sabato ad Aprilia è stato arrestato dai carabinieri per aver picchiato la sua compagna. Era stata la donna a comporre il 112: i militari avevano trovato l’indagato in casa e lo avevano arrestato, mentre la vittima era stata accompagnata al pronto soccorso dove i medici avevano stabilito una prognosi di 15 giorni. Il 40enne questa mattina si è avvalso della facoltà di non rispondere, assistito dall’avvocato Alessandro Farau. Il giudice lo ha scarcerato e ha disposto il divieto di avvicinamento alla donna. E’ la seconda volta che viene arrestato per i maltrattamenti sulla compagna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba un telefono e tenta di accoltellare un dipendente del Palabowling, scarcerato

LatinaToday è in caricamento