Rapina e pestaggio a un connazionale, un arresto e due denunce

I tre si erano impossessati della roulotte di un rumeno di 40 anni e lo avevano picchiato a sangue minacciandolo di non tornare e di non parlare con la polizia. I fatti a gennaio. Ieri le manette e i provvedimenti di divieto di avvicinamento

Aveva accettato di condividere la roulotte nella quale viveva, parcheggiata su un terreno alla periferia di Latina, con un connazionale di 43 anni che in quel momento si trovava in difficoltà. Un giorno però, tornato dal lavoro, ha trovato nella roulotte l’ospite insieme a due suoi amici, che lo hanno cacciato e minacciato: “Se torni ti brucio la roulotte e ti ammazzo”. La vittima è un cittadino rumeno di 40 anni, picchiato dai tre connazionali con pugni e calci sul viso anche mentre era a terra. Un vero e proprio pestaggio che gli aveva fatto perdere i sensi. I fatti risalgono allo scorso gennaio.

Quando il 40enne si era ripreso, gli aggressori erano fuggiti ma si erano impossessati del suo generatore di corrente elettrica e del telefono cellulare. L’uomo aveva cercato aiuto ed era stato poi soccorso da una Voltante e affidato alle cure del pronto soccorso, dove i medici gli avevano diagnosticato diversi traumi facciali e la frattura delle ossa del naso, conseguenza di calci e pugni ricevuti. Era stato ricoverato con 20 giorni di prognosi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo un’indagine della polizia, i responsabili sono stati identificati e ieri sera sono scattate le manette per Radut Gavrila, 41enne, senza fissa dimora, già arrestato a Latina nel 2012, nel 2011 e nel 2006 per rapina e nel 2004 per minacce e resistenza a pubblico ufficiale. Nei confronti degli altri due complici invece, di 33 e e 43 anni, è stata disposta la misura del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima. La Squadra volante della Questura ha arrestato ieri sera Gavrila, trovato mentre era all’interno di una baracca in via Isonzo. Ad uno dei complici che era con lui in quel momento è stato invece notificato il provvedimento di divieto di avvicinamento.  Tutti e tre sono accusati di rapina, lesioni e minacce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i contagi non si fermano: 139 nuovi casi nel Lazio e 11 in provincia

  • Latina, operazione "Dirty Glass": i nomi degli arrestati. Tra loro anche due carabinieri

  • Coronavirus, casi ancora in forte aumento: 165 in più nel Lazio e 23 in provincia

  • Operazione Dirty Glass: riciclaggio, estorsione e corruzione. Ecco i ruoli dei personaggi coinvolti

  • Coronavirus Latina, nuovo picco di contagi: altri 30 positivi in provincia

  • Operazione Dirty Glass: chi è Natan Altomare, "soggetto scaltro e pericoloso"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento