Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Aprilia

Rapina all’Unicredit di Perugia, in manette un uomo di Aprilia

L'arresto compiuto dalla squadra mobile della cittadina umbra e da quella di Latina. Il colpo era stato messo a segno lo scorso 3 febbraio nell'istituto bancario di via Pallotta

A quasi tre settimana dalla rapina compiuta all’Unicredit di Perugia, un 40enne residente ad Aprilia è stato arrestato dalla squadra mobile di Perugia e da quella di Latina.

Aveva fatto irruzione nell’istituto di credito il 3 febbraio scorso per poi uscirne poco dopo con il bottino in mano facendo perdere le sue tracce. A suo carico la polizia ha eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere.

LA FUGA - Subito dopo il colpo il 40enne era scappato su un furgone bianco, mezzo rintracciato poco dopo nella zona della stazione ferroviaria di Fontivegge con a bordo un giovane di 25 anni di Albano Laziale. Il ragazzo in quell’occasione ha raccontato alla polizia che poco prima un uomo armato di taglierino era salito sul furgone costringendolo ad accompagnarlo fino lì per poi andare via a piedi.

GLI INDIZI - Nell’abitacolo del mezzo gli agenti hanno subito ritrovato degli oggetti che potevano essere legati alla rapina, oggetti che a detta del conducente erano stati abbandonati dall’uomo prima della fuga: un taglierino, una sciarpa di pile, un giaccone, un paio di calze di cotone sulle quali erano stati praticati due fori – per essere usate come guanti -, una cuffia di lana di colore scuro e uno scontrino per l'importo di 1,29 euro che testimoniava l’acquisto del taglierino avvenuto poco prima

I FILMATI – Visionando le immagini relative alla rapina messa a segno all’Unicredit gli investigatori hanno appurato che gli indumenti ritrovati sul camion potevano essere compatibili con quelli indossati dal ladro.

LE CONTRADDIZIONI E I CONTROLLI – Al tempo stesso gli agenti però non sono sembrati convinti dal racconto dell’autista che presentava una serie di contraddizioni; in breve tempo quello che all’inizio era sembrata una vittima invece si è rivelato essere un amico del ladro. Dai controlli incrociati tra gli archivi di polizia e la rubrica del telefono cellulare del venticinquenne la squadra mobile è risalita al quarantenne ritenuto autore della rapina in banca, riconosciuto da alcuni testimoni che lo avevano visto in volto all'esterno dell'istituto di credito subito dopo il colpo.

Il 40enne è stato rintracciato oggi mentre si trovava in casa dei genitori. Al vaglio la posizione del giovane di Albano laziale per capire quale è, se c'è, il suo reale coinvolgimento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina all’Unicredit di Perugia, in manette un uomo di Aprilia

LatinaToday è in caricamento