Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca via padre sant'agostino

Rapinatore investito da Obi dal gip: “Non ricordo nulla, ero ubriaco”

Massimilaino L. era stato bloccato dalla volante dopo aver puntato la pistola a una commessa del negozio di via Sant'Agostino, poi era stato investito da un passante. E' stato ascoltato in ospedale

E’ ricoverato al Santa Maria Goretti il 45enne che martedì sera è arrestato con le accuse di rapina e resistenza a pubblico ufficiale

Massimiliano L., di Latina, con precedenti per furto e droga, aveva rapinato una commessa del negozio Obi di via Padre Sant’agostino: sotto la minaccia di una pistola era stata costretta a consegnargli la borsetta.

Poi il 45enne era scappato a piedi e, all’interno del parcheggio, era stato investito da un giovane in auto. Sembrerebbe che il conducente dell’auto, in preda allo spavento per aver visto l’uomo armato, abbia perso il controllo del volante, investendolo e facendolo urtare contro il parabrezza.

Intanto sul posto due pattuglie della squadra volante erano prontamente intervenute. Il malvivente aveva opposto resistenza ma era stato bloccato e poi soccorso e trasportato in ospedale. Ha riportato diverse fratture.

Questa mattina il 45enne è stato ascoltato dal giudice per le indagini preliminari Guido Marcelli che si è recato al Goretti per l’interrogatorio di convalida: ha risposto alle sue domande, spiegando di non ricordare nulla, in quanto aveva bevuto troppo. Poi ha chiesto: “Chi mi ha ridotto in questo modo?”.

Il gip ha convalidato l’arresto e disposto la misura in carcere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinatore investito da Obi dal gip: “Non ricordo nulla, ero ubriaco”

LatinaToday è in caricamento