Blitz prima della rapina in banca, i tre arrestati non rispondono al Gip

Interrogatori in carcere questa mattina per i componenti della banda finita in manette lunedì 4 dicembre poco prima che entrasse in azione a Marino, ai danni della Banca Popolare di Milano

Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere i tre rapinatori arrestati lunedì 4 dicembre a Marino, nel corso di un blitz di polizia e carabinieri avvenuto pochi istanti prima che si consumasse la rapina ai danni della filiale della Banca Popolare di Milano. Un'azione criminale che il gruppo pianificava da qualche giorno, ma che è stata evitata grazie all'intervento delle forze dell'ordine.

Marco Ranieri, Cristian Caloroso e Vito Franceschetti, rinchiusi in carcere a Velletri, devono rispondere di tentata rapina aggravata. Questa mattina sono comparsi davanti al giudice ma hanno scelto di rimanere in silenzio.

L’operazione congiunta tra Squadra mobile di Latina e Nucleo operarivo dei carabinieri della compagnia di Latina è scattata due giorni dopo tre giorni di servizi di osservazione e pedinamento che avevano insospettito gli investigatori lasciando presagire che la banda stesse preparando un colpo. Nelle due auto con cui avevano raggiunto la località di Marino sono stati trovatiguanti in lattice, cappelli di lana, taglierini e la riproduzione di una bomba a mano Mk2.

Le indagini intanto proseguono per accertare l'eventuale responsabilità dei componenti del gruppo in altre rapine messe a segno nella zona. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al lido di Latina: carabiniere si toglie la vita con un colpo di pistola

  • Il paziente piange, l'infermiera del reparto covid si ferma e lo rassicura. Lo scatto diventa virale

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus Latina, altra impennata: 382 nuovi casi in provincia. Un decesso

  • Coronavirus Latina: in provincia sono 147 i nuovi casi. Altri tre decessi

  • Coronavirus Latina: 132 nuovi casi in provincia e un decesso. Il bollettino della Asl

Torna su
LatinaToday è in caricamento