Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Rapine con il machete, fermati i due malviventi: incastrati da una felpa

Gli arresti scattati questa mattina. Sabato pomeriggio i due colpi, in un minimarket di Pontinia e al supermercato Conad di Borgo Sabotino

Sono finiti in carcere i due rapinatori, responsabili dei colpi messi a segno sabato 24 novembre a Latina e a Pontinia. Si tratta di Pino De Paolis, di 33 anni, e di Emilio Monti, 32, entrambi originari di Sonnino. I fermi sono scattati questa mattina dopo le indagini degli investigatori della terza sezione della squadra mobile di Latina, che hanno visionato i filmati delle videocamere di sorveglianza interne al supermercato di Borgo Sabotino.

Sabato avevano colpito in sequenza prima un minimarket che si trova a Pontinia in via Trieste, poi il supermercato Conad di Borgo Sabotino. Identiche le modalità. Uno dei due uomini ha fatto irruzione negli esercizi commerciali con un machete in mano con cui ha minacciato dipendenti e cassieri, l'altro complice intanto ha svuotato le casse. Una volta raccolto il bottino i due si sono dati rapidamente alla fuga a bordo di una Mercedes Classe A

Rapinatori ripresi dalle telecamere - Il video 

L'auto utilizzata dai malviventi è stata ripresa dalle fotocamere di Borgo Sabotino, mentre i filmati all'interno del supermercato hanno immortalato l'intera sequenza della rapina, riprendendo chiaramente i due uomini che, pure avendo agito a volto coperto, indossavano indumenti riconoscibili. In particolare uno dei due aveva una felpa scura con una grossa stella rossa davanti, l'altro aveva scarpe rosse sportive. 

Proprio questi indumenti sono stati ritrovati dagli investigatori nel corso delle perquisizioni in casa dei due uomini. Il machete è stato invece rinvenuto nei pressi di un albergo lungo la Pontina dove i due avevano trovato rifugio dopo i colpi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapine con il machete, fermati i due malviventi: incastrati da una felpa

LatinaToday è in caricamento