Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Regione, legge sul diritto allo studio. Forte (Pd): "Una rivoluzione per gli studenti"

Il commento del consigliere regionale del Pd Enrico Forte sull'approvazione delle legge avvenuta oggi in Consiglio regionale

“La nuova legge sul diritto allo studio approvata oggi in aula, alla quale avevamo lavorato già nella scorsa legislatura, è una rivoluzione per i nostri studenti”. E’ il commento del consigliere regionale del Pd Enrico Forte sull’approvazione della nuova legge oggi in Consiglio regionale.

“Si distingue per il suo spirito innovativo – agiunge Forte - amplia e migliora i servizi agli studenti, contrasta la dispersione universitaria, tutela gli studenti-lavoratori, agevola gli spostamenti dei pendolari, garantisce i servizi sanitari per i fuori sede. Si tratta di un impegno preciso, fortemente voluto dal presidente Zingaretti, che in questi anni, a partire dal pagamento di tutte le borse di studio, ha sempre dimostrato di avere grande attenzione verso i nostri giovani. 

Prestare maggiore attenzione alla formazione, rimuovendo ostacoli di carattere economico, sociale e culturale è fondamentale per far ripartire la nostra Regione. La casa dello studente a Latina, PortaFuturo, sono i primi strumenti che abbiamo messo in campo in questi anni. La legge, è una vera e propria rivoluzione del diritto allo studio che comporta più opportunità, più servizi, più progetti, più protezione e tutela del corpo studentesco. E' un tassello in più per tutelare il sapere al fine di costruire una società più giusta e più equa”.

il vicepresidente Massimiliano Smeriglio ha ricordato all’Aula che il provvedimento in esame “viene da lontano, frutto di un lungo lavoro nel corso della decima legislatura in cui è stato oggetto di molti approfondimenti e audizioni nell’allora quinta commissione”. Un lavoro condiviso tra maggioranza e opposizione che – secondo il vicepresidente della Giunta regionale – ha prodotto “una legge ambiziosa che non vuole solo rispettare quanto la normativa nazionale impone in tema di diritto allo studio, ma che ha anche l’intento di ridisegnare la stessa concezione di welfare studentesco. Una legge che riesca a razionalizzare la spesa pubblica non restringendo gli spazi di partecipazione né depotenziando i servizi offerti ma, anzi, innovando ed ampliando sia i destinatari sia le prestazioni erogate”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, legge sul diritto allo studio. Forte (Pd): "Una rivoluzione per gli studenti"

LatinaToday è in caricamento