Anagrafe online, accedere alla banca dati direttamente dal proprio pc

Sì del Consiglio al regolamento per la consultazione dell'anagrafe informatizzata; una svolta per la sburocratizzazione della pubblica amministrazione e lo snellimento delle procedure

Presto sarà possibile accedere alla banca dati dell’anagrafe del Comune di Latina direttamente dal proprio pc. Oggi il Consiglio comunale ha approvato all'unanimità il “Regolamento sulla consultazione della banca dati anagrafica informatizzata del Comune di Latina”.

Cosa significa questo? Significa che forze di polizia, autorità giudiziaria, le altre pubbliche amministrazioni, gli enti e i gestori di pubblici servizi, gli uffici del Comune stesso diversi dal Servizio Demografico e anche i privati cittadini potranno singolarmente accedere alle informazioni dell’anagrafe.

Una vera svolta che rende ancora più diretto il rapporto tra l’Ente di piazza del Popolo, i cittadini e le altre istituzioni. L’intento è quello di avviare un rapporto di collaborazione per ricerche correlate all’attività cui è preposto il singolo soggetto che richiede l’informazione, offrendo la possibilità di visione differenziata dei dati anagrafici in modalità online; e tale regolamento serve proprio ad individuare la normativa di riferimento, a fissare i principi, le limitazioni e le condizioni per l’accesso alla banca dati.

Le nuove modalità di accesso saranno basate sul sistema PegasoWeb che si dividerà in due momenti. In una prima fase consentirà appunto la possibilità di accesso ai dati anagrafici da parte degli utenti pubblici (Forze dell’Ordine, Autorità Giudiziare, altri uffici comunali, altre amministrazioni pubbliche e concessionari di pubblici servizi) creando profili personalizzati in grado di rispondere alle esigenze istituzionali dei diversi utenti e garantendo al contempo l’accesso ai soli dati ritenuti necessari, rispettando il principio di pertinenza e non eccedenza dei dati raccolti. Nell’arco di un paio di mesi questa piattaforma sarà utilizzabile anche da parte dei privati cittadini.

La novità fondamentale del progetto PegasoWeb è infatti la possibilità per i cittadini di accedere, attraverso un login sicuro, alla propria scheda anagrafica individuale e di famiglia; grazie a diversi modelli preimpostati sarà possibile produrre autocertificazioni da poter utilizzare nei rapporti con le pubbliche amministrazioni e con i privati.

Finalmente si potranno evitare le lunghe file davanti agli uffici, le infinite pratiche burocratiche; il vantaggio di questa procedura consiste, infatti, nella facilità di produzione degli atti da parte dei cittadini (che spesso preferiscono chiedere il certificato non avendo dimestichezza con la scrittura di atti), ma anche nella certezza, per gli enti che ricevono gli atti, che questi siano rispondenti alle situazioni anagrafiche registrate nella banca dati del Comune.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Si tratta di un risultato importante – afferma il presidente della Commissione Anagrafe e decentramento amministrativo, Giorgio Ialongo – un primo, fondamentale passo che consentirà ai cittadini un più diretto e immediato contato con l’amministrazione. Ma soprattutto è un passo verso la sburocratizzazione della pubblica amministrazione, lo snellimento delle procedure tema su cui l’amministrazione, e in particolare la Commissione da me presieduta, stanno lavorando. Rilevo, inoltre, con soddisfazione che sia in Commissione sia in Consiglio si è raggiunta l’unanimità su questo provvedimento”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, controlli della polizia: scoperta parrucchiera che lavorava in casa. Denunciata

  • Coronavirus Latina: nel Lazio 2.642 positivi, ma ci sono 24 guariti nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus, Latina piange la morte del ginecologo Roberto Mileti. E' la tredicesima vittima in provincia

  • Terracina, 250 mascherine donate al Comune. Il biglietto: "Dal vostro concittadino Gabriele Orlandi"

  • Coronavirus Latina: due morti e 20 contagi in più in provincia, nel Lazio 167 nuovi casi

  • Coronavirus, l'assessore regionale D'Amato: "Test rapido a tutti gli abitanti del Lazio"

Torna su
LatinaToday è in caricamento