rotate-mobile
Cronaca

Report sulla qualità della vita per il 2011, a Latina si vive male

Il resoconto è dell'università La Sapienza per ItaliaOggi. Il capoluogo è in 71esima posizione sulle 103 province italiane, nonostante le 9 posizioni guadagnate quest'anno

Ce lo avevano già detto da Legambiente con il report sull’ecosistema urbano e il Sole 24 Ore con il tradizionale e annuale resoconto sulla qualità della vita. E oggi arriva la conferma anche dal 13esimo “Rapporto Qualità della Vita” realizzato dall'Università la Sapienza per ItaliaOggi: a Latina si vive male.

L'indagine è stata effettuata facendo convergere nove differenti dimensione d'analisi: affari e lavoro, ambiente, criminalità, disagio sociale e personale, popolazione, servizi finanziari e scolastici, sistema salute, tempo libero e tenore di vita. A questi dati si vanno ad aggiungere 17 sottodimensioni e 93 indicatori di base.

E il capoluogo pontino si trova in 71esima posizione, nel terzo gruppo, quello delle città che presentano una qualità della vita scarsa.

Nonostante rispetto al 2010 Latina sia salita di ben 9 posizioni, i dati che vengono diffusi sono allarmanti.

Ma non va di certo meglio nelle altre città italiane. È un po’ tutto il Paese a patire un peggioramento della qualità della vita se si pensa che lo scorso anno erano ben 55 le città dove si viveva in modo buono o accettabile, mentre oggi sono solo 45; e sono invece 58, rispetto alle 38 di 12 mesi quelle dove le condizioni di vivibilità sono scarse o insufficienti.

Va bene il nord che vede ben cinque città nelle prime sei posizioni (Trento prima, Bolzano seconda, Pordenone terza, Mantova quarta e Belluno sesta). Cade a picco, invece il sud dove Sicilia e Campania occupano le ultime posizioni (Trapani, Napoli, Enna, Catania e Agrigento chiudono la classifica).
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Report sulla qualità della vita per il 2011, a Latina si vive male

LatinaToday è in caricamento