Completamento della rete idrica al Molo Vespucci, partono i lavori

L’intervento, rientra nel “Piano straordinario Sud Pontino” per la razionalizzazione, approvvigionamento e riduzione delle dispersioni di acqua e per il progressivo superamento della crisi idrica. Lavori al via lunedì 16 ottobre

Lavori di completamento della rete idrica al Molo Vespucci: come fanno sapere dal Comune di Formia gli interventi prenderanno il via lunedì 16 ottobre. 

La comunicazione di Acqualatina con una nota indirizzata al Prefetto di Latina, ai sindaci di Formia e Gaeta e a tutti i soggetti interessati dall’intervento (Soprintendenza, Guardia Costiera, Asl, Regione Lazio, Provincia di Latina e Segreteria dell’ATO4).

L’inizio dei lavori è previsto per le ore 07:00 di lunedì. L’intervento rientra nel “Piano straordinario Sud Pontino” che il gestore ha predisposto per la razionalizzazione, approvvigionamento e riduzione delle dispersioni di acqua e per il progressivo superamento della crisi idrica che ormai da mesi attanaglia il sud della provincia di Latina.

“Nel comunicare l’avvio dei lavori - conclude l’Amministrazione -, Acqualatina ha chiesto al Comune di Formia l’emissione di una ordinanza volta a regolamentare il traffico sul tratto urbano della SR 213 Flacca al km 34+850 presso la rotatoria di ingresso al molo Vespucci. I lavori saranno assistiti dalla presenza continua di un archeologo. Acqualatina provvederà all’installazione di opportuna segnaletica verticale e al transennamento delle aree di lavoro”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: la curva non scende, 244 nuovi casi in provincia. Altri 3 decessi

  • Coronavirus, la curva continua a salire: altri 236 casi, ancora sette morti in 24 ore

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus, racconto dal reparto dei pazienti gravi: "Covid contagiosissimo e pericoloso. L'età si abbassa"

Torna su
LatinaToday è in caricamento