Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca Ponza

Reti da pesca illegali scoperte e sequestrate nel mare di Ponza

L’attività della Guardia Costiera: si tratta di 12 nasse non conformi a qualsivoglia prescrizione, è stata rimossa una rete modulare lunga di circa 100 metri. I controlli per la Giornata Mondiale dell’Ambiente

Tredici reti da pesca irregolari ed illecitamente installate nel tratto di mare riservato alla balneazione e ricadente in Zona Speciale di Conservazione sono state sequestrate nel mare di Ponza. La scoperta è stata fatta dall’equipaggio del GCA80 della Guardia Costiera impegnato in una serie di controlli in vista dell’avvio della stazione balneare. 

Posizionati a poca distanza dalla costa e con galleggianti abilmente occultanti, gli attrezzi erano anche sprovvisti del segnalamento diurno e notturno previsto dalla norma a ulteriore garanzia di visibilità a favore di tutti i fruitori del mare. Nello specifico, oltre a 12 nasse non conformi a qualsivoglia prescrizione è stata rimossa una rete modulare lunga di circa 100 metri, “serio pericolo per la sicurezza della navigazione e potenziale rischio per l’ecosistema marino oggetto di misure di conservazione”, spiegano dalla Guardia Costiera. 

L’operazione di oggi è stata svolta proprio in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente e segue l’attività dello scorso mese quando, in supporto all’attività condotta dall’associazione “Marevivo Onlus”, sono stati rimossi dal fondale oltre 300 metri di reti fantasma e nasse abbandonate. 

“L’attività di controllo e di prevenzione dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Ponza e dell’Ufficio Locale Marittimo di Ventotene - fanno sapere dalla capitaneria di Porto - proseguirà con la massima soglia di attenzione per garantire lo svolgimento in sicurezza delle attività diportistiche e balneari in un’area di così elevato pregio turistico e paesaggistico”. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reti da pesca illegali scoperte e sequestrate nel mare di Ponza
LatinaToday è in caricamento