A spasso in motorino: revocati i domiciliari ad un 23enne che torna in carcere

Il giovane stava scontando nella sua abitazione di Gaeta la condanna definitiva di oltre due anni. Era stato arrestato lo sorso anno nell’ambito dell’operazione Circe

Si è visto revocare i domiciliari e per lui si sono aperte le porte del carcere. E’ stato condotto presso la struttura di Cassino questa mattina un giovane di 23 anni, noto pregiudicato a cui sono stati revocati i benefici degli arresti domiciliari che stava scontando nella sua abitazione di Gaeta, come misura alternativa alla detenzione, per la condanna definitiva di oltre due anni.

I reati commessi riguardavano il patrimonio, la violenza sulle persone e le sostanze stupefacenti; il giovane era stato arrestato dalla polizia di Gaeta nell’ambito dell’operazione “Circe”, conclusasi lo scorso anno con oltre dieci arresti nel comprensorio gaetano.

Ad eseguire l’ordine del magistrato di sorveglianza, ancora una volta, sono stati gli uomini della squadra di polizia giudiziaria del Commissariato di Gaeta che, nei giorni scorsi, aveva segnalato al giudice la situazione nella quale il 23enne “scontava” la pena, definita “incompatibile con il beneficio della misura alternativa al carcere”.

Proprio nei giorni scorsi il ragazzo era stato anche fermato dagli agenti mentre viaggiava, con disinvoltura, per le vie cittadine ed a bordo di un ciclomotore, cercando anche di  eludere l’alt intimatogli dalla polizia. Appena rintracciato, oltre che ad essere “ricollocato” presso la propria abitazione quale luogo di espiazione della pena, si è visto contestare anche le violazioni al codice della strada perché guidava con la patente revocata.

“Proprio tali comportamenti - spiegano dalla Questira di Latina -, hanno determinato da parte del Giudice di Sorveglianza la revoca del beneficio della misura alternativa al carcere”. Dopo le formalità di rito è stato condotto presso il Carcere di Cassino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento