rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Ricetta elettronica, bene nel Lazio. A rilento l'adesione dei medici di Latina

Procede speditamente l’introduzione della ricetta elettronica, usata dal 63% dei medici e dal 98% delle farmacie: in metà del territorio regionale la vecchia ricetta rosa è stata già archiviata. Un po' indietro i medici di Latina

Ha risposto bene il Lazio dove, dopo poco più di un mese, procede speditamente l'introduzione della ricetta informatica.

Introdotta in tutta la regione il 1 ottobre scorso, ha quasi completamente scalzato la vecchia ricetta rosa che, di fatto, in metà del territorio sembra essere già stata archiviata.

I dati sono stati diffusi dalla Regione Lazio che in una nota illustra come “complessivamente, la nuova modalità prescrittiva è utilizzata dal 63% dei medici di medicina generale ed è prassi nel 98% delle farmacie, cioè ormai la quasi totalità. Le ricette lavorate con il nuovo metodo sono state fino ad oggi 1 milione e 800mila".

“La Asl dove maggiore è l'adozione della ricetta informatica - spiega ancora la Regione - è la D (Ostia- Portuense) con il coinvolgimento del 85% dei medici di base e oltre il 99% delle farmacie. Nelle altre Aziende sanitarie romane invece il risultato è pari al 57% per quanto riguarda i medici, mentre simile alla D è la percentuale di coinvolgimento della rete farmaceutica. Più in ritardo i medici di base della Roma C (Eur) la cui adesione è ancora al di sotto del 50% (44,25%) del totale operante in quel territorio facendo registrare così il dato più basso in tutta la Regione”.

“Nelle Asl della provincia di Roma - prosegue la nota - si distingue la Roma F (Civitavecchia-Tiberina) con il circa il 75% dei medici attivi, seguita dalla Asl H (Castelli) con il 65%, e dalla G (Tivoli-Monterotondo) con il 56%”.

Ma come è la situazione a Latina e nelle altre province del Lazio? In quelle a nord di fatto la ricetta rosa è scomparsa: “a Viterbo ormai il processo di adozione della procedura informatica coinvolge ad oggi il 95% dei medici e il 99% delle farmacie. Lo stesso vale per Rieti perché anche qui la percentuale di adesione dei medici va oltre il 90% e quella delle farmacie si attesta al 95%”.

Un po' indietro invece l'adesione dei medici a Latina e Frosinone: “nel primo caso si ferma al 56%, nel secondo al 62%. Il circuito delle farmacie invece presenta percentuali di adesione simili al resto della regione: 95.49% a Latina, 97.42% a Frosinone".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricetta elettronica, bene nel Lazio. A rilento l'adesione dei medici di Latina

LatinaToday è in caricamento