Cronaca

Camorra, feste e ricevimenti gratis per il clan: 4 arresti per estorsione

L'operazione della finanza di Latina al termine di un'indagine coordinata dalla Dda di Napoli. I titolari di un locale di Cellole costretti a organizzare cerimonie per i boss senza essere pagati e senza potersi rifiutare

Estorsione tentata e consumata, con l’aggravante del metodo mafioso: questa l’accusa con cui quattro persone sono state arrestate dalla guardia di finanza di Latina a conclusione di indagini coordinate dai magistrati della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli.

Secondo quanto si apprende, infatti, nel corso della attività d’indagine è emerso come alcuni pregiudicati appartenenti al “clan dei Muzzoni”, di Sessa Aurunca, pretendevano di organizzare feste e ricevimenti per i loro familiari in un locale di Cellole, in maniera gratuita.

I titolari del locale, quindi, sarebbero stati a lungo oggetto di una serie di atti estorsivi, essendo costretti a effettuare cerimonie e ricevimenti senza essere pagati e senza potersi rifiutare.

Durante l’operazione, i finanzieri hanno anche sequestrato beni riconducibili ai soggetti arrestati tra cui un supermercato di Piedimnte di Sessa, un caseificio di Cellole, una Sala Scommesse in Carano di Sessa, di fatto gestiti direttamente dagli indagati, per un valore di oltre un milione di euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camorra, feste e ricevimenti gratis per il clan: 4 arresti per estorsione

LatinaToday è in caricamento