Cronaca

Riciclaggio di denaro, Latina è una delle sorvegliate speciali

La denuncia è stata fatta dal vice direttore generale della Banca d'Italia che ha inserito la provincia pontina nella lista delle realtà a più alto rischio in tutta Italia

La provincia di Latina sarebbe una delle realtà a maggior rischio per quanto riguarda il riciclaggio di denaro sporco. La denuncia arriva da un intervento di Anna Maria Tarantola, vice direttore generale della Banca d’Italia, durante un convegno che si è tenuto nei giorni scorsi, "Riciclaggio, evasione fiscale ed abuso dei beni sociali: la responsabilità degli intermediari", organizzato dalla Fondazione Centro nazionale di prevenzione e difesa sociale CNPDS.

La notizia è stata diffusa dal Tg3. Secondo la Banca d’Italia i casi di riciclaggio di denaro negli ultimi anni sarebbero aumentati vertiginosamente passando dai 12500 del 2007 ai 44mila di quest’anno, destando inevitabilmente la preoccupazione delle forze dell’ordine che hanno intensificato i meccanismi di controllo.

Il 60% delle segnalazioni che dalla Banca d’Italia sono arrivate alla guardia di finanza, infatti, sarebbero state considerate interessanti, tanto da essere meritevoli dell’apertura di nuovi procedimenti penali o semplicemente sono andate a rafforzare le indagini che erano già in corso.

Diverse le realtà italiane che sarebbero a rischio, la Calabria, la Campania e le zone del milanese; ma fra tutte la provincia pontina rimane una sorvegliata speciale. Non è da dimenticare, infatti, che proprio qui sono state sequestrati circa 550 milioni di euro di beni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riciclaggio di denaro, Latina è una delle sorvegliate speciali

LatinaToday è in caricamento