Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Rifiuti, Cozzolino: “Quei finti controlli alla Latina Ambiente”

Il consigliere del Pd spiega quanto emerso in Commissione: “Il Comune effettua verifiche che si basano sulla parola della spa; sono infatti i lavoratori della stessa società che controllano i propri dipendenti”

“Dopo esattamente due anni dalla nostra richiesta, siamo riusciti a sapere che controlli effettua il comune sulla società Latina Ambiente. Praticamente nessuno”.

Con queste parole il consigliere del Pd, Alessandro Cozzolino, sintetizza quanto emerso ieri durante la Commissione Ambiente in cui si è discusso dei controlli effettuati dal Comune alla Latina Ambiente.

“Alla riunione ci è stato riferito che il Comune di Latina effettua controlli a campione e che sostanzialmente si basa sulla parola della società Latina Ambiente. Sono infatti i lavoratori della stessa società che effettuano un controllo sui propri dipendenti. 

In sostanza – continua Cozzolino – se un camion della Latina Ambiente che si occupa della raccolta dei rifiuti passa regolarmente dove dovrebbe secondo il contratto stipulato con il comune di Latina, è la stessa società a dircelo. La stessa cosa vale per tutti gli altri servizi. Un esempio su tutti è quello della pulizia delle spiagge. Se i mezzi passano o no, fanno tutto il tratto previsto o solo una parte, il comune lo apprende dai report che la società mensilmente invia agli uffici comunali”.

In commissione era presente anche l’assessore Cirilli che ha sottolineato, spiega ancora il consigliere del Pd, “come il problema sia della carenza di personale, e che tale disagio è presente in ogni settore, quindi il discorso andrebbe affrontato in commissione personale”.
“Pur dando piena disponibilità a discutere di tale tematica in ogni sede si ritenga opportuna – sottolinea Cozzolino – il tema è che questa mancanza di controlli ci costa, e anche caro. Negli ultimi 3 mesi del 2011 ad esempio, considerando le strade particolarmente sporche si è deciso di portare da tre a sei i passaggi della pulizia delle strade in alcune zone della città. Solo questa decisione ci è costata in tre mesi circa 300mila euro in più, senza di fatto sapere (se non su certificazione della Latina Ambiente) se i tre passaggi previsti venivano realmente effettuati o no.

Considerando – continua Cozzolino – che questo è solo un esempio, si potrebbero effettuare quanti controlli investendo bene quelle somme? Che la città sia sporca è sotto gli occhi di tutti, così come che tre funzionari siano troppo pochi per effettuare dei controlli seri”. Da qui la proposta del Pd: “Le guardie ecologiche fino ad oggi ci costano di più di quello che ricaviamo con le multe che fanno. Impieghiamo diversamente parte di quel personale. Investiamo dei soldi per applicare un GPS satellitare ai camion della raccolta rifiuti, e mettiamo una o due guardie ecologiche a controllare i percorsi che vengono effettuati e i mezzi realmente impiegati. Già questo semplice servizio costerebbe poco e renderebbe molto. Nelle prossime riunioni – conclude Cozzolino – faremo altre proposte in tal senso. È proprio quando le risorse a disposizione sono limitate che si vede la capacità di amministrare bene una città.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, Cozzolino: “Quei finti controlli alla Latina Ambiente”

LatinaToday è in caricamento