Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Borgo Montello

Rifiuti e discarica di Montello, Pd: “Maggiore senso di responsabilità”

Per il consigliere Mattioli "per superare l'emergenza è necessario che si chiuda la diatriba tra Provincia e Regione sullo smaltimento dei rifiuti per evitare di ritrovarci come la Campania"

“Il rimpallo di responsabilità tra Provincia e Regione sta creando di nuovo l’emergenza rifiuti a Latina. La politica assuma le proprie responsabilità e decida”.

Con queste parole il consigliere comunale del Partito democratico Fabrizio Mattioli interviene in merito al sempre attuale e delicato tema della discarica di Borgo Montello a Latina.

Prima di addentrarci nella questione cerchiamo di fare chiarezza; come ricorda Mattioli, “secondo la normativa europea sarebbe vietato conferire il rifiuto tal quale in discarica, ma questa provincia, continuando a lavorare nel regime di proroga, porta nelle discariche pontine 350mila tonnellate di rifiuti l’anno. Una situazione al limite della sostenibilità”.

Ma quali sono le strade da percorrere affinchè si possa trovare una soluzione? “Intanto chiediamo la convocazione di un consiglio comunale monotematico urgente – dice Mattioli –. Poi le istituzioni, con il Comune di Latina come capofila, dovrebbero istituire un tavolo interistituzionale, per capire come procedere”.

Secondo il consigliere comunale del Pd il problema ruoterebbe, ancora una volta, intorno ad un’incompatibilità politica tra l’amministrazione provinciale, che continua nell’assurda battaglia per la costruzione di un termovalorizzatore, e il Piano rifiuti della Regione che invece non prevede quell’impianto.

“La provincia di Latina - aggiunge il consigliere Mattioli - non ha bisogno di impianti di termovalorizzazione, ma di quelli di selezione e trattamento e di una differenziata vera”.

I dati rispetto alla differenziazione dei rifiuti sono sconfortanti: se Latina città si attesta sul 33%, in provincia ci si ferma sul 18% per via della mancata o minima differenziazione nelle città più grandi.

“Quello che dobbiamo fare – dichiara il consigliere comunale del Partito Democratico Omar Sarubbo – è dunque chiaro: potenziare la differenziata e conferire cdr agli impianti di incenerimento già esistenti. Solo in questo modo si potrà chiudere la discarica. Comune, Provincia e Regione si attivino invece di accusarsi a vicenda e permanere in questo pericoloso immobilismo. È chiaro che sul tema dell’ambiente la maggioranza del Comune di Latina è sulla via del fallimento”.

“Prima o poi saranno bloccati i continui ampliamenti delle discariche – conclude Mattioli -. Non si può più prorogare e stare dietro alle diatribe politiche. Ci appelliamo al senso di responsabilità di Provincia e Regione per decidere presto e bene cosa fare in tema di smaltimento dei rifiuti per evitare di ritrovarci come la Campania”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti e discarica di Montello, Pd: “Maggiore senso di responsabilità”

LatinaToday è in caricamento