Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Rifiuti, duro Di Giorgi: “Non vogliamo quelli degli altri territori”

Il sindaco ha spiegato la posizione dell'amministrazione in tema di rifiuti durante la seduta del Consiglio che ha approvato le modifiche alla delibera di salvaguardia delle aree circostanti la discarica di Montello

Approvate ieri in Consiglio comunale le modifiche alla delibera di salvaguardia delle aree circostanti la discarica di Borgo Montello.

Una seduta delicata ed importante che non ha risparmiato tensioni fino al voto finale.

Nel corso del dibattito, è stato proprio il sindaco di Latina, Giovanni Di Giorgi, ha illustrare la posizione dell’amministrazione, sia in merito alla delibera di salvaguardia delle aree circostanti la discarica di Borgo Montello, sa sul più ampio tema dei rifiuti.

“La delibera di salvaguardia della discarica di Borgo Montello rappresenta una delle iniziative messe in campo dall’amministrazione per tutelare il nostro territorio e i suoi cittadini. Deve essere chiaro che il nostro obiettivo è di fare gli interessi della nostra città, senza sottostare ai giochi e agli interessi che in questi anni si sono scatenati intorno al tema dei rifiuti.

Per la prima volta – prosegue il primo cittadino - questa amministrazione comunale ha promosso azioni e iniziative concrete e incisive per evitare, come invece è accaduto in passato, che questo territorio subisca passivamente servitù senza poter avere voce in capitolo.

Mi meraviglio che ci sia ancora qualcuno che critichi questa delibera senza invece accorgersi che il vero problema è quello dello smaltimento dei rifiuti che l’immobilismo della Regione, guidata in questi anni dalla destra o dalla sinistra, ha prodotto a discapito della nostra città.

Ribadisco che la cosa da non fare è quella di non decidere: noi vogliamo decidere, la nostra linea è chiara sul tema dei rifiuti. Vogliamo attivare tutti gli strumenti per chiudere il ciclo dei rifiuti nella nostra città senza ricevere un grammo proveniente invece da altri territori al di fuori della nostra provincia, aumentando sensibilmente la differenziata e diminuendo le quantità conferite in discarica.  

Per questo abbiamo scritto alla Regione sottolineando nuovamente il rischio che Latina possa essere invasa da rifiuti provenienti da altri territori: mi riferisco in particolare alla autorizzazione richiesta dalla società Rida di Aprilia per la lavorazione di 410.000 tonnellate di rifiuti. Questo significherebbe che la discarica di Borgo Montello diventerebbe il sito a servizio della Rida e quindi Montello sarebbe presto invasa da rifiuti romani. Per questo abbiamo chiesto a gran voce alla Regione di renderci partecipi del “Tavolo” per decidere sulle autorizzazioni per Rida Ambiente.  

Ecco perché - ha concluso il Sindaco Giovanni Di Giorgi - dobbiamo agire in materia unitaria e per fare pressione verso la Regione. Bisogna evitare che la stessa possa adottare decisioni che possano determinare conseguenze nefaste e disastrose per il sito di Montello.

Sottolineo che le vicende legate al ciclo dei rifiuti che vedono la nostra città in balia di decisioni prese da altre istituzioni, stanno per approdare a una nuova emergenza con la Rida di Aprilia che ci ha infatti informato di aver raggiunto il tetto massimo di rifiuti da trattare e di non poter più accogliere materiale a partire dal 26 dicembre.

Ho scritto al Prefetto e alla Regione segnalando questo stato di cose, ennesima testimonianza di come il nostro territorio sa costretto a subire decisioni prese altrove,una decisionea cui non vogliamo più sottostare e che vedrà questa amministrazione impegnata con ogni mezzo a cambiare questo stato di cose”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, duro Di Giorgi: “Non vogliamo quelli degli altri territori”

LatinaToday è in caricamento