Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Borgo Montello

Rifiuti, emendamento per tutelare i cittadini vicino la discarica

È volto a garantire il contributo di esenzione per le utenze che si trovano nella fascia dei 2mila metri dalla discarica di Borgo Montello. Sarà presentato dal Pd in Consiglio comunale

L’obiettivo è quello di tutelare i cittadini che vivono nei pressi della discarica di Borgo Montello. Per questo nella seduta del Consiglio comunale di Latina in calendario per domani mattina, il Partito Democratico presenterà un emendamento, a firma dei consiglieri comunali Mattioli, Sarubbo e De Marchis, al punto all’ordine del giorno “Approvazione piano finanziario degli interventi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani anno 2012”.

“Proponiamo che il consiglio comunale – afferma il capogruppo del Partito democratico Giorgio De Marchis - istituisca una nuova voce “Contributo esenzione utenze ubicate nella fascia di 2.000 metri dalla discarica di Borgo Montello” per l’importo di 150mila euro”.

Il caso riguarda gli anni 2006-2008 per cui il regolamento prevedeva la riduzione dl 50% della tariffa per coloro che abitavano entro il raggio di 2 chilometri dalla discarica. Riduzione poi trasformata in esenzione, ma che di fatto non sarebbe mai stata applicata.

“Con una serie lunghissima di atti e documenti – ricorda Fabrizio Mattioli - il Comune aveva manifestato la volontà di sospendere il pagamento delle bollette per quelle annualità per i cittadini che da decenni sono sottoposti alla servitù della discarica”.

E infatti nel 2008 la Latina Ambiente, che all’epoca si occupava anche della riscossione comunicava agli utenti che “a seguito dell'OdG del Consiglio Comunale approvato in data 5/8/2008 veniva disposta la sospensione del pagamento delle fatture Tia per le utenze ubicate nella fascia dei 2.000 metri”. Somme che il Comune avrebbe dovuto girare alla Latina Ambiente, ma che non ha mai cercato né consegnato alla società.

“L'inerzia dell'amministrazione comunale – aggiunge Omar Sarubbo – ha fatto sì che Equitalia avviasse le procedure per la riscossione del credito inviando gli avvisi di pagamento agli utenti invitandoli a saldare entro 60 giorni”.

Da qui la necessità di trovare somme per coprire quel debito. “Senza intaccare il progetto delle guardie ecologiche e i servizi di riassetto delle cooperative – propongono i consiglieri - , da queste due voci andrebbero stornati i soldi necessari al pagamento delle utenze Tia per gli anni 2007 e 2008. Crediamo che sia nella disponibilità dell’amministrazione garantire l’esenzione a quei cittadini e per quei territori da anni sottoposti ai vincoli e ai disagi derivanti dalla vicinanza con la discarica di Montello”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, emendamento per tutelare i cittadini vicino la discarica

LatinaToday è in caricamento