Violenta rissa tra padre e figli, spunta anche un coltello. Arrestati in quattro

I fatti nella notte a Priverno: il più giovane dei tre fratelli ne ha ferito un altro con un coltello, cercando poi di colpire gli altri due e il padre. Sono finiti tutti in manette

Una violenta rissa in famiglia è scoppiata nella notte a Priverno dove alla fine sono stati arrestati in quattro, padre di 48 anni e i suoi tre figli di 22, 24 e 26 anni, tutti di Sezze.

Tutto è accaduto intorno all’1 quando tra i componenti della stesa famiglia all’interno della loro abitazione è scoppiata la lite, a quanto sembra per futili motivi. In poco tempo i toni si sono alzati e dalle parole si è passati alle mani.

Nel corso della violenta colluttazione, il più giovane dei tre figli, armato di un coltello a serramanico, ha ferito ad entrambe le mani il fratello 24enne, a cui ha provocato lesioni giudicate guaribili in 5 giorni, tentandpo poi di colpire anche gli altri componenti della sua famiglia.

Durante la colluttazione anche lui ha riportato delle ferite che sono state giudicate guaribili in 10 giorni.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Priverno insieme ai colleghi della Stazione di Roccagorga che hanno arrestato i quattro e sequestrato il coltello, della lunghezza complessiva di 22 centimetri. Terminate le formalità di rito, il 22enne è stato temporaneamente ristretto presso le camere di sicurezza in attesa della celebrazione del rito direttissimo, mentre per gli altri tre sono stati disposti i domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso al Senato, 30 posti da assistente parlamentare: come candidarsi

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Preso con 30 chili di droga confessa al giudice: "La trasportavo per conto di altre persone"

  • Maxi furto in gioielleria con la figlia: arrestata ladra seriale ricercata dalla polizia

  • In auto con 30 chili di droga: corriere fermato a Terracina e arrestato

  • Processo Arpalo, in una pen drive le prove del riciclaggio di denaro di Maietta e soci

Torna su
LatinaToday è in caricamento