Cronaca

Sanità, Zingaretti: “Ospedali ristrutturati con i soldi recuperati dall’evasione dei ticket”

Il presidente della Regione ha illustrato i particolari di un’operazione che prevede l'impiego di 12,4 milioni di euro. Finanziamenti anche per gli ospedali pontini di Latina, Fondi, Formia e Terracina

Saranno destinati anche agli ospedali di Latina, Terracina Formia e Fondi i soldi recuperati dall'evasione dei ticket sanitari sul biennio 2009-2010 che verranno utilizzati per ristrutturare alcuni ospedali del Lazio.

A darne notizia proprio il presidente della Regione, Nicola Zingaretti, durante una conferenza stampa, a cui hanno preso parte anche il responsabile della Cabina di regia, Alessio D'Amato, il direttore della Direzione regionale salute e politiche sociali, Vincenzo Panella, e di alcuni direttori generali delle Asl, e durante la quale ha fornito i dettagli di questa operazione che prevede l'impiego di 12,4 milioni di euro

GLI OSPEDALI DA RISTRUTTURARE - In particolare, di questi fondi, 3,6 milioni sono destinati al San Camillo di Roma per potenziare il Centro Trapianti Cuore e raddoppiare la superficie del Pronto soccorso, con attenzione all'area dell'accoglienza. Gli altri fondi sono così suddivisi: 2,3 milioni per completare il blocco operatorio dell'ospedale Belcolle di Viterbo; 2 milioni per adeguare i Pronto soccorso dei presidi di Frosinone-Alatri, Cassino e Sora; 2,2 milioni per riqualificare e ampliare il Dea dell'ospedale Santa Maria Goretti di Latina; 1,3 milioni per riqualificare l'ospedale San Camillo De Lellis di Rieti; 450mila euro per l'acquisto di nuove attrezzature nei presidi Asl di Terracina, Fondi e Formia e, infine, 450 mila euro per il presidio sanitario Angelucci di Subiaco.

I COMMENTI - “Oggi riportiamo giustizia tra i cittadini e recuperiamo risorse che non prevedevamo e che sono frutto del buon governo. Dopo gli interventi per il Giubileo, ecco un nuovo piano d'azione che questa volta riguarderà gli ospedali del Lazio" ha commentato il governatore.

RECUPERO EVASIONE TICKET - Il presidente del Lazio ha inoltre spiegato che l'operazione di recupero dell'evasione dei ticket sanitari non sarà sospesa. "Questa esperienza è stata la prima per la Regione sui controlli. Stiamo studiando le metodologie per il prossimo stock di recupero, correggendo alcune cose, imparando anche dai nostri errori visto che 235mila avvisi mandati tutti insieme hanno creato file. Però già sapere che ci sono dei controlli è un deterrente".

L'INTERVENTO DEI CONSIGLIERI PONTINI FORTE E GIANCOLA

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, Zingaretti: “Ospedali ristrutturati con i soldi recuperati dall’evasione dei ticket”

LatinaToday è in caricamento